Flussi turistici: GERMANIA verso l'Italia

In base ai dati statistici riguardanti il turismo tedesco, forniti da ENIT, la Germania risulta essere il primo Paese per presenze in Italia, con 59,3 milioni di pernottamenti nel 2017 e consolida un trend positivo che dura da decenni (+30,7% negli ultimi 10 anni). Tali flussi costituiscono una quota pari al 28,2% dei movimenti internazionali in Italia. La Germania non è solo il primo bacino di domanda turistica per l’Italia, confermandosi anche il primo per volumi totali di spesa con 5,8 miliardi di euro corrispondenti al 17,3% del totale. Un dato in costante aumento che, anche nel 2018, realizza una crescita del +6,7%. La tendenza che già negli anni ‘70 vedeva l’Italia tra le prime destinazioni del turismo tedesco – da allora non ha mai smesso di crescere. Dagli oltre 3 milioni di viaggi di quegli anni, l’Italia raccoglie oggi 5,17 milioni di viaggi dalla Germania con un tasso di crescita del +5,8% nel 2017 rispetto al 2016, ma che sale al +12% circa nel decennio 2017-2008. Una fedeltà verso le destinazioni italiane che si prevede si protrarrà anche per il prossimo triennio, con 5,6 milioni di viaggi già programmati e 14,7 milioni di viaggi in fase di definizione. Anche secondo ipotesi prudenti, la proiezione pronostica un incremento dei flussi dalla Germania pari al 15% (dati dell’Ufficio Studi ENIT su dati ISTAT e Banca d’Italia gennaio – novembre 2018).

L’Italia è amata da tutte le classi d’età (il 46% dei turisti tedeschi in Italia ha più di 50 anni), ma in particolare dalle fasce più colte della popolazione, maggiormente interessate al turismo culturale e gastronomico, alle vacanze nella natura e allo sport.

Per quanto riguarda le modalità di prenotazione, il principale canale è il contatto diretto con le strutture ricettive (30% delle richieste), mentre il 24% delle prenotazioni avviene attraverso un portale Internet, e ormai solo il 15% avviene tramite un’agenzia viaggi. Si sta assistendo ad un boom dell’e-commerce: a fine 2018 il suo fatturato era di € 53,6 miliardi (€ 39,9 miliardi nel 2015).

Il 18,7% dei turisti tedeschi in Italia arriva direttamente in automobile. In crescita, grazie al numero crescente di collegamenti (27 nuovi nel 2019), anche l’aereo (34% dei viaggi, per un totale di 6,7 milioni di passeggeri l’anno, in aumento dell’1,5% nel 2018). Inoltre 530.000 turisti tedeschi raggiungono in bus l’Italia, principale destinazione estera con tale mezzo (18% del totale dei viaggi internazionali, seguita da Polonia e Spagna). Per i camper, l’Italia (12% del totale dei 71.000 viaggi) è la terza destinazione estera dopo Francia e Croazia.

Il turismo tedesco in Italia, come sopra specificato, riguarda tutte le età e tutti i segmenti: in termini di attività svolte, in primo luogo lo sport pari a 64% delle attività scelte (sci da discesa e snowboard 17,4% , sci di fondo 16,9%, golf 15,6%, e-bike 11,8%, trekking 11,2% e nuoto 10,8). Anche le vacanze con bambini (12,3%), il turismo gastronomico (11,3%), culturale/museale (11,2%) e naturalistico (10,8%) sono in buona posizione. Oltre allo sport, i settori che premiano l’Italia su tutte le altre destinazioni concorrenti sono le vacanze natura (27,3% la quota Italia del prodotto) e il wellness (3,5%) con quote che superano anche Spagna, Grecia e Croazia.

Nell’ultimo triennio oltre 5 milioni di turisti dalla Germania hanno scelto l’Italia per la vacanza nella natura, 3,2 milioni per la vacanza attiva e oltre 2 milioni per i soggiorni in montagna sulla neve. Ancor più rosee le previsioni per i prossimi tre anni: ci si aspetta una crescita dei flussi in Italia per coloro che sceglieranno la natura che si avvicina al raddoppio (+70%), un’esplosione della vacanza attiva (+60%) e un incremento netto delle vacanze sulla neve (Dati Ufficio Studi ENIT).

Anche secondo i dati diffusi nell’Analisi del turismo tedesco 2019 (Deutsche Tourismusanalyse, 2019) della Fondazione “Stiftung für Zukunftsfragen”, l’Italia è la destinazione che ha maggiormente guadagnato posizioni nella stagione turistica 2018, passando da 7,7 intervistati a 9,6 intervistati su 100 che hanno dichiarato di aver trascorso la propria vacanza principale nel nostro Paese (con un aumento del 24,7%).

Ultimo aggiornamento: 27/03/2019^Top^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché GERMANIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in GERMANIA

AMBASCIATA BERLINOCONSOLATO GENERALE COLONIA (Nord Reno)CONSOLATO DORTMUND (Nord Reno)CONSOLATO GENERALE DI PRIMA CLASSE FRANCOFORTE SUL MENO (Assia)CONSOLATO FRIBURGO (Brisgovia)CONSOLATO GENERALE HANNOVER (Bassa Sassonia)CONSOLATO GENERALE DI PRIMA CLASSE MONACO DI BAVIERACONSOLATO GENERALE STOCCARDA (Baden-Wuerttemberg)