Flussi turistici: Italia verso ERITREA

L'Eritrea è ancora oggi un Paese al quale molti italiani sono legati per motivi familiari. La presenza, fino agli 70 del XX secolo, di una foltissima collettività italiana fà sì che i legami storici, culturali e personali fra Italia ed Eritrea siano ancora oggi molto solidi. Pertanto, molti cittadini italiani visitano l'Eritrea per visitare i luoghi della loro infanzia, per conoscere il luogo d'origine dei loro parenti o semplicemente perché ne hanno sempre sentito parlare.

Un altro filone relativamente cospicuo di turisti è rappresentato da tutti coloro che si recano in visita al personale dell'Ambasciata e della Scuola Italiana.

I turisti italiani si indirizzano principalmente verso le città principali (Asmara, Massaua e Keren), l'arcipelago delle Isole Dahlak, alcuni luoghi di particolare interesse culturale o ambientale (Dekhamare, Qohaito e la valle dei Sicomori).

Le strutture di ricezione turistica sono poche, non particolarmente attrezzate e relativamente care.

Oggi molto ridotti, i flussi di turisti italiani in Eritrea potrebbero aumentare sensibilmente alla luce dell'iscrizione della città di Asmara come Patrimonio dell'Umanità da parte dell'UNESCO.

Ultimo aggiornamento: 19/07/2017^Top^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché ERITREA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia