HIGHLIGHTS del Settore "Prodotti tessili e abbigliamento, anche in pelle"

Al via a Dar es Salaam la fiera Saba Saba

TANZANIA: Al via a Dar es Salaam la fiera Saba Saba

La 41° edizione della Fiera internazionale del commercio di Dar es Salaam (DITF), più nota come Saba Saba (che in swahili significa "7 luglio"), è cominciata ufficialmente mercoledì 28 giugno.

 

Notizia segnalata da: InfoAfrica www.infoafrica.it

Daidoh International Ltd. punta ai colori italiani per i filati di Aguglieria

GIAPPONE: Daidoh International Ltd. punta ai colori italiani per i filati di Aguglieria

Daidoh International Ltd. ha in programma di lanciare due brand realizzati con filati italiani, “Alba” e “Mille Colori 200G”,

 

Notizia segnalata da: Agenzia ICE di Tokyo

Yagi Tsusho importera' il Brand italiano Trussardi

GIAPPONE: Yagi Tsusho importera' il Brand italiano Trussardi

Entro la fine del mese di giugno una joint venture per Trussardi Japan.

 

Notizia segnalata da: Agenzia ICE di Tokyo

Bulgaria. Export verso Ue in aumento, a +12% in primi 3 mesi

BULGARIA: Bulgaria. Export verso Ue in aumento, a +12% in primi 3 mesi

Le esportazioni della Bulgaria verso l'UE sono aumentate del 12,2% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, registrando un valore di 7,9 miliardi di Lev (circa 4 miliardi di euro).

 

Notizia segnalata da: Ambasciata d'Italia

Piccola pelletteria realizzata con i pellami di una conceria italiana

GIAPPONE: Piccola pelletteria realizzata con i pellami di una conceria italiana

Junoseni, azienda di osaka, utilizza pellame italiano per produrre piccola pelletteria.

 

Notizia segnalata da: Agenzia ICE di Tokyo

L’esperienza di Environment Park come know-how per i Tecnopoli tunisini

TUNISIA: L’esperienza di Environment Park come know-how per i Tecnopoli tunisini

Environment Park in Tunisia per coordinare un progetto di cooperazione per rilanciare e ricostituire i poli e parchi scientifici e tecnologici.

 

Notizia segnalata da: InfoAfrica www.infoafrica.it

Ministro Industria Laadhari a Roma: “In Tunisia ci sono spazi per Italia grazie a tecnopoli”

TUNISIA: Ministro Industria Laadhari a Roma: “In Tunisia ci sono spazi per Italia grazie a tecnopoli”

Ci sono settori tradizionali dell’economia tunisina che restano tuttora validi per l’iniziativa di imprese italiane come il tessile e l’agroindustria, ma ci sono anche settori nuovi e molto promettenti come il farmaceutico e le energie rinnovabili.

 

Notizia segnalata da: InfoAfrica www.infoafrica.it

IL GRUPPO ITALIANO CALZEDONIA TRA I MAGGIORI ESPORTATORI DELLA ROMANIA

ROMANIA: IL GRUPPO ITALIANO CALZEDONIA TRA I MAGGIORI ESPORTATORI DELLA ROMANIA

Il gruppo italiano Calzedonia produce biancheria intima ad Arad presso una fabbrica con 500 dipendenti.....

 

Notizia segnalata da: ICE - Agenzia per la Promozione all'estero e l'Internazionalizzazione delle imprese italiane - Ufficio di Bucarest

Presentazione Tanzania: “Italia torna nel Paese”, dice ambasciatore Mengoni

TANZANIA: Presentazione Tanzania: “Italia torna nel Paese”, dice ambasciatore Mengoni

“La Tanzania è un Paese stabile, in crescita, in cui vivono 120 etnie diverse che si sentono legate dall’identità nazionale, che punta all’industrializzazione e allo sviluppo del settore manifatturiero".

 

Notizia segnalata da: InfoAfrica www.infoafrica.it


Prodotti tessili e abbigliamento, anche in pelle

Il settore del tessile ed abbigliamento (anche in pelle) include i prodotti dell’industria tessile, la confezione di articoli di abbigliamento (anche in pelle e pelliccia), nonché la preparazione di articoli in pelle. Tale settore pesa per il 5,2% delle esportazioni mondiali (dati Agenzia ICE – Rapporto Annuale 2013).

Il principale importatore mondiale del settore sono gli Stati Uniti, con valori di circa 140 miliardi di euro nel 2011, in crescita del 3% rispetto all’anno precedente (dati Un Comtrade, rielaborati da Agenzia ICE).

Il mercato nord americano esprime la maggior domanda in valore ma il dinamismo più marcato nella domanda del sistema moda si evidenzia negli emergenti asiatici (Cina, Indonesia, India, Kazakistan, Malesia, Pakistan, Filippine, Thailandia e Vietnam) con variazione delle importazioni a prezzi costanti del 12% nel 2014 e del 12,5% nel 2015 (Agenzia ICE – Prometeia, Evoluzione del commercio con l’estero per aree e settori 2013-2015) e valori importati nel 2012 di 60 miliardi di euro.

Meritano attenzione anche i paesi dell’area Medio Oriente e Nord Africa, soprattutto, per quel che riguarda l’Italia, per i prodotti di fascia più alta. La variazione reale delle importazioni dell’area nel sistema moda è prevista a tassi superiori all’8% nel 2014 e 2015, con valori importati di 28 miliardi nel 2012 e con una quota italiana importante (6% nel 2012) anche se in calo rispetto agli anni precedenti.

Il settore del tessile-abbigliamento ed accessori è di particolare importanza per gli esportatori italiani, pesando per l’11% delle esportazioni del 2012. La quota italiana sulle esportazioni mondiali del settore è del 6,4% e, in particolare, nelle calzature è dell’11% (dati Agenzia ICE, Rapporto Annuale 2013).

La quota italiana nel mercato statunitense è di circa il 2,7% al 2011, in miglioramento rispetto al 2009, ma inferiore rispetto ai livelli dei primi anni del 2000. Occorre tuttavia sottolineare che circa la metà delle importazioni statunitensi dall’UE27 nel settore provengono dall’Italia.


Opportunità d'affari

Logo Extender

Prossime attività promozionali per il settore:
"Prodotti tessili e abbigliamento, anche in pelle"

Inizio EventoFine EventoLuogo Ente promotoreAttività promozionale
22/09/201725/09/2017MilanoICE BerlinoIncoming the One
17/10/201720/10/2017DüsseldorfICE BerlinoA+A 2017

Tutte le attività promozionali