Investimenti - Flussi (SLOVENIA)

Flussi di investimenti diretti esteri in uscita dal paese: SLOVENIA (Outward)

Flussi
di investimenti diretti esteri
in uscita dal paese:
SLOVENIA (Outward)
2015201620172018Previsioni 2019Previsioni 2020
Totale (% PIL)0,5 % % % %nd %nd %
Totale (mln € e var. %)227 mln. € mln. € mln. € mln. €nd %nd %
PRINCIPALI DESTINATARI
2015 (mln. €)2016 (mln. €)2017 (mln. €)2018 (mln. €)
TURCHIA136
SERBIA46
RUSSIA44
Italia Position:31-2,1Italia Position:ndndItalia Position:ndndItalia Position:ndnd
Settori (mln. €))2015201620172018
Manufatturiero85   
Costruzioni-10   
Servizi di informazione e comunicazione6   
Energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (anche da fonti rinnovabili)22   
Commercio all'ingrosso e al dettaglio; riparazione di autoveicoli e motocicli22   
Trasporto e magazzinaggio-20   
Servizi di alloggio e ristorazione-9   
Attività finanziarie e assicurative143   
Attività immobiliari7   
Attività professionali, scientifiche e tecniche-15   
Attività amministrative e di servizi di supporto-6   
Attività artistiche, di intrattenimento e divertimento-31   
Altre attività di servizi34   
Elaborazioni Agenzia ICE su dati della Banca di Slovenia, secondo gli standard previsti dalla sesta edizione del manuale del FMI sulla posizione della bilancia dei pagamenti e investimenti internazionali (BPM6). N.B.: Nel settore Macchinari e apparecchiature sono incluse anche le Apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche. Nel settore Altre attività di servizi sono incluse anche le Altre attività non allocabili.

 

Flussi di investimenti diretti esteri in ingresso nel paese: SLOVENIA (Inward)

Flussi
di investimenti diretti esteri
in ingresso nel paese:
SLOVENIA (Inward)
2015201620172018Previsioni 2019Previsioni 2020
Totale (% PIL)3,7 % % % %nd %nd %
Totale (mln € e var. %)1.465 mln. € mln. € mln. € mln. €nd %nd %
PRINCIPALI INVESTITORI
2015201620172018
PAESI BASSI300
AUSTRIA265
TURCHIA164
Italia Position:950
Settori (mln. €))2015201620172018
Manufatturiero729   
Costruzioni-11   
Servizi di informazione e comunicazione140   
Energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (anche da fonti rinnovabili)14   
Commercio all'ingrosso e al dettaglio; riparazione di autoveicoli e motocicli66   
Trasporto e magazzinaggio34   
Servizi di alloggio e ristorazione48   
Attività finanziarie e assicurative460   
Attività immobiliari-52   
Attività professionali, scientifiche e tecniche3   
Attività amministrative e di servizi di supporto1   
Sanità e assistenza sociale6   
Attività artistiche, di intrattenimento e divertimento8   
Altre attività di servizi20   
Elaborazioni Agenzia ICE su dati della Banca di Slovenia, secondo gli standard previsti dalla sesta edizione del manuale del FMI sulla posizione della bilancia dei pagamenti e investimenti internazionali (BPM6). N.B.: Nel settore Macchinari e apparecchiature sono incluse anche le Apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche. Nel settore Altre attività di servizi sono incluse anche le Altre attività non allocabili.

Osservazioni

La Slovenia è uno dei Paesi UE con il più basso tasso di investimenti diretti esteri sul PIL (dati UNCTAD: nel 2016 lo stock IDE rappresentava il 29,1% del PIL e il flusso il 2,1% del PIL). In effetti, nei Balcani Occidentali (ex Jugoslavia più Albania), la Slovenia è stata nel 2016 il quarto destinatario di investimenti diretti dall'estero, preceduta da Serbia, Croazia e Albania. Tra le cause della scarsa capacità di attrazione si deve senz’altro menzionare la presenza di un sistema economico-finanziario controllato da una significante componente pubblica, sotto forma di partecipazioni statali incrociate in tutti i settori (trasporti, telecomunicazioni, banche, assicurazioni, energia, ecc.). Negli ultimi due anni le privatizzazioni hanno contribuito all’incremento dei flussi in entrata (circa 2 miliardi di dollari tra il 2014 e il 2015) registrati con la vendita nel 2014 dell'Aeroporto di Lubiana alla tedesca Fraport, della Letrika all'austriaca Mahle, di Fotona alla statunitense Gores Laser Holdings e della Mercator alla croata Agrokor. Il trend prosegue anche nel 2015 con la vendita di Zito alla croata Podravka, della Elan alle statunitensi Merril Lynch International e russa Wiltan Enterprises, della Adria Airways Tehnika alla polacca Linetech Holding e della banka NKBM al fondo statunitense Apollo Global Management con partecipazione della BERS. Nel 2017 si è conclusa anche la vendita della Cimos (settore automotive) all’italiana TCH Cogeme, azienda controllata dalla Palladio Finanziaria. La giapponese Yaskawa ha confermato qualche mese fa un nuovo investimento a Kocevje del valore complessivo di 25 milioni di euro (il 20% ovvero 5 milioni di euro, potrebbero essere finanziati dallo Stato sloveno), che prevede la costruzione di un impianto produttivo di robot industriali – settore automotive (12-16.000 mq, 170 dipendenti) entro la fine del 2018. Inoltre, è stato confermato anche l’investimento da parte della canadese Magna Steyr in uno stabilimento di verniciatura veicoli (un grande investimento, con 400 dipendenti iniziali che raggiungerebbero successivamente il numero di 3.000 su un’area di 100 ettari) presso la località Hoce pri Mariboru, per il quale lo Stato sloveno si è impegnato a facilitare la procedura dell’investimento.

Secondo in dati della Banca Centrale slovena (i dati per il 2016 usciranno a fine anno 2017), il flusso di investimenti esteri verso la Slovenia che ha raggiunto nel 2014 il valore di quasi 800 milioni di euro (2,1% del PIL), è in crescita anche nel 2015 (1,47 miliardi di euro, circa 3,7% del PIL), principalmente provieniente da Paesi Bassi (300 milioni di euro), Austria (265 milioni), Turchia (164 milioni) e Lussemburgo (150 milioni). I flussi registrati dall'Italia sono ammontati a circa 50 milioni di euro.

Secondo i dati pubblicati dall’Ufficio sloveno di Statistica, nel 2015 (ultimi dati a disposizione), il 66% del fatturato è stato prodotto in Slovenia da 13.069 aziende integrate in gruppi societari (il 7% di tutte le imprese, in crescita di 3,5% rispetto al 2014). Nello stesso anno hanno operato nel paese 8.175 gruppi (5% in più rispetto al 2014), il 57% dei quali residenti in Slovenia. Su 3.511 gruppi multinazionali, l’82% è di origine UE28 e EFTA. Tra queste continuano a prevalere i gruppi austriaci (18%), tedeschi (10%), croati (9%) e italiani (9%), che insieme rappresentano circa la metà di tutte le multinazionali estere.

Le grandi e medie imprese integrate nei gruppi societari (stabili a 1.065) hanno contribuito alla metà di tutto il fatturato prodotto, contro il 16% delle piccole e micro imprese. Il numero delle micro imprese integrato in gruppi societari è cresciuto del 4%, al 77% di tutte le imprese integrate.

L’area di specializzazione prevalente delle imprese osservate in generale è il commercio (ingrosso, dettaglio e riparazioni/assistenza 19%). Nei gruppi a controllo sloveno prevale la manifattura (28%) mentre in quelli a controllo estero il commercio (23%).

Invertendo la tendenza registrata nel 2013 (-161 milioni di euro), i flussi di IDE sloveni all'estero nel 2014 sono tornati positivi, raggiungendo un valore di circa 200 milioni di euro (0,5% del PIL). Il trend positivo è proseguito anche nel 2015, con flussi che hanno raggiunto il valore di 227 milioni di euro (0,5% del PIL). La maggior crescita ha riguardato gli investimenti verso la Turchia (136 milioni di euro), la Serbia (46 milioni), la Russia (44 milioni) e la Bosnia ed Erzegovina (39milioni di euro). Il flusso degli IDE sloveni verso l'Italia nel 2015 è stato negativo, pari a 2,1 milioni di euro.

 

Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché SLOVENIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in SLOVENIA