Overview dei rapporti con l'Italia

I rapporti economici italo-francesi presentano caratteristiche peculiari in Europa in ragione dell’elevato grado di interdipendenza delle due economie, della prossimità geografica e culturale, e di un commercio di tipo intra-industriale (nei comparti dell’automotive, dei prodotti farmaceutici, dell’agroalimentare, e dell’elettronica).

Il nostro Paese si riconferma tra i primi paesi importatori di beni e di servizi transalpini, superando nell’ultimo anno gli Stati Uniti e collocandosi con una quota del 7,6% dietro la Germania (14,8%) e con un livello analogo alla Spagna (7,7%).

L’export francese ha conosciuto un incremento dell’8,6%. Le circa 35mila imprese transalpine interessate dal commercio con l’Italia hanno operato esportazioni per un valore complessivo di 35,1 miliardi di euro. Macchinari e beni strumentali (15,4%), “materiels de transport” (15%) e prodotti cosmetici (14,1%) sono i tre comparti che maggiormente caratterizzano le importazioni italiane dalla Francia. Si segnala in particolare come per la maggior parte dei beni transalpini venduti nella penisola si sia registrata una crescita della domanda: quelli dell’industria aeronautica sono raddoppiati nel 2017; i “materiels de transport” e ed i prodotti cosmetici sono rispettivamente aumentati del 12,6% e 11,6%. La crescita a doppia cifra ha riguardato anche le esportazioni nei settori tessili (11,9%), agricoli (15,5%) ed energetici (18,2%).

Il rapporto di Business France 2017 evidenzia nel contempo una forte accelerazione delle importazioni dall’Italia. La positiva performance economica francese ha avuto un effetto positivo sulla domanda di beni e servizi italiani, in aumento del 7,9%. In particolare, la Francia ha operato importazioni dal nostro Paese per complessivi 41,4 miliardi di euro, qualificandolo in questo modo come terzo fornitore estero dell’Esagono. Permane pertanto anche nel 2017 un avanzo commerciale per l’Italia di oltre 6 miliardi di euro.


Andamento delle principali variabili economiche

Line chart
Line chart
Line chartNota: per ogni paese è indicata la sua posizione nel ranking dei destinatari; la % tra parentesi indica il peso sull'export totale.
Line chartNota: per ogni paese è indicata la sua posizione nel ranking dei fornitori; la % tra parentesi indica il peso sull'import totale
Line chart
Line chart
Line chartMerce A = Macchinari e apparecchiature
Merce B = Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi
Merce C = Prodotti alimentari
Line chartMerce A = Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi
Merce B = Prodotti chimici
Merce C = Prodotti alimentari
Line chart
Line chart

Nota: la presente scheda non rappresenta uno strumento di diffusione ufficiale di dati statistici, i quali provengono da molteplici fonti nazionali ed internazionali (quali, ad esempio, IMF-WEO, UnComtrade, UNCTAD, ISTAT, Eurostat, Banca d’Italia, Istituto di Statistica locale, Banca Centrale locale, secondo disponibilità dei dati). Per informazioni puntuali sulle fonti utilizzate, si prega di far riferimento all’Ambasciata Italiana competente per il paese.


ANALISI SWOT (Strengths, Weaknesses, Opportunities, Threats)

PUNTI DI FORZA

  • Dimensione e rilevanza del mercato francese
  • Complementarietà tra i due sistemi industriali
  • Apertura agli investimenti esteri ed incentivi finanziari
  • Possibilità di acquisizioni di importanti realtà industriali locali
  • Complementarietà tra mercato francese ed Italiano

PUNTI DI DEBOLEZZA

  • Normative del lavoro
  • Aliquote fiscali
  • Normative fiscali

OPPORTUNITA'

Cosa vendere

  • Costruzioni
  • Energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (anche da fonti rinnovabili)
  • Servizi di informazione e comunicazione
  • Attività professionali, scientifiche e tecniche
  • Fornitura di acqua; reti fognarie, attività di trattamento dei rifiuti e risanamento

Dove investire

  • Prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici
  • Prodotti delle altre industrie manufatturiere
  • Macchinari e apparecchiature
  • Carta e prodotti in carta
  • Costruzioni

MINACCE

  • Non si evidenziano rischi politici
  • Elevata tassazione

Nota: I punti di forza, le opportunità e le minacce sono identificati localmente sulla base di informazioni qualitative e quantitative (provenienti da varie fonti). I punti di debolezza risultano dalle interviste ad imprenditori operanti in loco realizzate dal World Economic Forum – Global Competitiveness Index (ultima edizione disponibile).

Presenze italiane

AziendaSettoreSito internetInformazioni utili
ALITALIA
  • Trasporto e magazzinaggio
Sito Internet
BANCA CARIGE
  • Attività finanziarie e assicurative
Sito Internet
BANCO ESPIRITO SANTO ET DE LA VENETIE
  • Attività finanziarie e assicurative
Sito Internet
BANQUE LEONARDO
  • Attività finanziarie e assicurative
Sito Internet
BNP PARIBAS
  • Attività finanziarie e assicurative
Sito Internet
GENERALI FRANCE S.A.
  • Attività finanziarie e assicurative
Sito Internet
INTESA SANPAOLO
  • Attività finanziarie e assicurative
Sito Internet
ITALTEL FRANCE
  • Servizi di informazione e comunicazione
Sito Internet
MONTE PASCHI BANQUE
  • Attività finanziarie e assicurative
Sito Internet
UNICREDIT
  • Attività finanziarie e assicurative
Sito Internet
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché FRANCIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in FRANCIA

CONSOLATO GENERALE LIONE (Rhone)CONSOLATO GENERALE MARSIGLIA (Bouches-du Rhone)CONSOLATO GENERALE METZ (Moselle)CONSOLATO GENERALE NIZZA (Alpes-Maritimes)AMBASCIATA PARIGICONSOLATO GENERALE PARIGI