Overview dei rapporti con l'Italia

Nel 2013 le esportazioni italiane in Turkmenistan sono ammontate a 138,6 milioni di euro, mentre le importazioni si sono attestate a 365,7 milioni di euro, di cui 362,3 mlioni in prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio.

A seguito dell’acquisto della Società petrolifera “Burren”, l’ENI è presente in Turkmenistan ed è pronta ad effettuare ulteriori ingenti investimenti per  incrementare la produzione nei campi in cui opera dal 2008, ma intende concludere preliminarmente con le Autorità locali intese sulla vendita del “gas associato” che viene prodotto nei propri giacimenti. Un’altra impresa del settore energetico presente con propri uffici ad Ashgabat è la “Bonatti”. Sono in fase di ultimazione le procedure di registrazione della Renco, mentre sono state da poco avviate quelle per la Progered e' presente con un proprio rappresentatnte locale la ProBusiness, tutte societa' operanti nel settore degli idrocarburi.

L’immagine dell’Italia come partner commerciale è al momento centrata sul settore energetico ma le autorità turkmene hanno manifestato interesse a cooperare anche nell'agricotura, nelle costruzioni, nelle infrastrutture e nell’industria tessile. L’interesse per i beni di consumo italiani, al momento limitato, appare suscettibile di grandi sviluppi se opportunamente veicolato presso queste comeptenti autorita'.

Nel dicembre 2013 ha aperto l'Ambasciata d'Italia in Turkmenistan e il 18 novembre 2014 il Presidente del Consiglio Matteo Renzi si è recato in visita ad Ashgabat. In questa occasione, è stata affermata la comune volontà da parte dell'Italia e del Turkmenistan di avviare un partenariato strategico fra i due Paesi in altri settori economici al di là di quello energetico, così come in campo educativo-culturale e turistico.


Andamento delle principali variabili economiche

Line chart
Line chart
Line chartNota: per ogni paese è indicata la sua posizione nel ranking dei destinatari; la % tra parentesi indica il peso sull'export totale.
Line chartNota: per ogni paese è indicata la sua posizione nel ranking dei fornitori; la % tra parentesi indica il peso sull'import totale
Line chart
Line chart
Line chartMerce A = Apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche
Merce B = Macchinari e apparecchiature
Merce C = Altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi
Line chartMerce A = Prodotti delle miniere e delle cave
Merce B = Coke e prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio
Merce C = Prodotti tessili
Line chart
Line chart

Nota: la presente scheda non rappresenta uno strumento di diffusione ufficiale di dati statistici, i quali provengono da molteplici fonti nazionali ed internazionali (quali, ad esempio, IMF-WEO, UnComtrade, UNCTAD, ISTAT, Eurostat, Banca d’Italia, Istituto di Statistica locale, Banca Centrale locale, secondo disponibilità dei dati). Per informazioni puntuali sulle fonti utilizzate, si prega di far riferimento all’Ambasciata Italiana competente per il paese.


ANALISI SWOT (Strengths, Weaknesses, Opportunities, Threats)

PUNTI DI FORZA

  • Politica di diversificazione dell'economia
  • Alti tassi di crescita del PIL
  • Volonta' di apertura al commercio internazionale ed agli investimenti stranieri
  • Stabilita' del quadro politico
  • Quarte riserve di gas al mondo

PUNTI DI DEBOLEZZA


    OPPORTUNITA'

    Cosa vendere

    • Trasporto e magazzinaggio
    • Fornitura di acqua; reti fognarie, attività di trattamento dei rifiuti e risanamento
    • Mobili
    • Costruzioni
    • Macchinari e apparecchiature

    Dove investire

    • Prodotti chimici
    • Prodotti dell'agricoltura, pesca e silvicoltura
    • Trasporto e magazzinaggio
    • Costruzioni
    • Energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (anche da fonti rinnovabili)

    MINACCE

    • Assenza garanzie per cittadini stranieri
    • Difficolta' nell'ottenimento di visti d'affari
    • Dipendenza daglli idrocarburi

    Nota: I punti di forza, le opportunità e le minacce sono identificati localmente sulla base di informazioni qualitative e quantitative (provenienti da varie fonti). I punti di debolezza risultano dalle interviste ad imprenditori operanti in loco realizzate dal World Economic Forum – Global Competitiveness Index (ultima edizione disponibile).

    Presenze italiane

    AziendaSettoreSito internetInformazioni utili
    Bonatti
    • Energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (anche da fonti rinnovabili)
    Sito Internet
    Eni
    • Energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (anche da fonti rinnovabili)
    Sito Internet
    Nazan Ltd
    • Prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici
    Oasis Home-Bathroom Contract
    • Mobili
    ProBusiness
    • Coke e prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio
    Proger
    • Energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (anche da fonti rinnovabili)
    RENCO
    • Coke e prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio
    • Macchinari e apparecchiature
    • Energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (anche da fonti rinnovabili)
    Saipem
    • Energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (anche da fonti rinnovabili)
    Sito Internet
    STL - Saga Terminal Logistics
    • Trasporto e magazzinaggio
    Sito Internet
    Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

     

    Perché TURKMENISTAN Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

     

    Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

     

    Ambasciata d'Italia

    Contatta la rete diplomatica in TURKMENISTAN

    AMBASCIATA ASHGABAT