Overview dei rapporti con l'Italia

La Repubblica Islamica rientra tra le prime 20 economie mondiali (la seconda nel Medio Oriente). Le relazioni bilaterali hanno fatto sempre registrare profili di interesse elevato, con un'accelerazione dopo l'entrata in vigore dell' accordo nucleare (gennaio 2016) e adesso un nuovo periodo di attesa a seguito del ripristino delle sanzioni unilaterali con effetti secondari da parte degli Stati Uniti. La molteplicità di fattori positivi che contraddistinguono il Paese ha costituito nel tempo un punto di attrazione per le imprese italiane. La composizione demografica della popolazione, l’alto livello di alfabetizzazione e istruzione (un mercato di poco meno di 80 milioni di abitanti di cui più del 60% sotto i 30 anni), la posizione geografica strategica (crocevia tra oriente e occidente), l’abbondanza di risorse naturali (quarto produttore di petrolio al mondo e secondo per riserve di gas naturale) e la presenza di una rete sufficientemente sviluppata di infrastrutture, trasporti e telecomunicazioni, ne sono solo alcuni. Non mancano elementi di complementarietà, laddove il contesto produttivo iraniano richiede forniture di macchinari, componenti, prodotti semilavorati, prodotti chimici, nonché trasferimento di know-how e nuove tecnologie ad integrazione delle capacità maturate finora dall’industria locale. Secondo i dati Istat, la meccanica strumentale esercita il peso più ampio nel quadro della composizione dell’export italiano in Iran, seguita dai prodotti chimici, dalla metallurgia, dagli apparecchi elettrici, dai materiali da costruzione, dalla farmaceutica e dall’agroalimentare.

La collaborazione economica italo-iraniana, può tuttora beneficiare di un quadro di conoscenza e fiducia reciproca che l’Italia si è guadagnata nel corso di decenni di apprezzate attività delle aziende nazionali, soprattutto nel settore petrolifero, petrolchimico, siderurgico, energetico, meccanico, infrastrutturale e dei trasporti. In ambito UE, l’Italia si conferma tra i principali partner commerciali dell’Iran. Nel 2017 l’interscambio ha raggiunto i 5,1 miliardi di euro (l'Italia e' stato il primo partner tra i Paesi UE); nel 2018, il volume dell'interscambio e' di 4,6 miliardi di E. La bilancia pende a favore delle esportazioni dall’Iran verso l’Italia, soprattutto di prodotti energetici. Il livello di interesse per questo Paese rimane alto. Alcune Regioni italiane, in particolare Lombardia, Emilia Romagna e Marche, hanno svolto visite e avviato collaborazioni in settori specifici. Le numerose missioni istituzionali degli ultimi tre anni, sempre associate ad una presenza imprenditoriale, hanno favorito il rafforzamento dei contatti ed avviato una nuova fase che punta a facilitare sia le relazioni commerciali, sia gli investimenti produttivi.

Tra i principali sviluppi di contesto vi e' la firma di un Accordo Quadro di Finanziamento (Master Credit Agreement) tra Invitalia Global Investment e le banche iraniane Bank of Industry and Mine e Middle East Bank, che ha avuto luogo a Roma l'11 gennaio 2018. L'8 maggio 2018 il Presidente americano Trump ha annunciato il ritiro degli Stati Uniti dall'accordo nucleare e il graduale ripristino delle sanzioni USA. Esse sono entrate in vigore in due momenti distinti, il 6 agosto ed il 5 novembre 2018, includendo tra i settori sanzionati le attivita' connesse con la commercializzazione di greggio iraniano e i servizi finanziari. A febbraio 2019, l'Alto Rappresentante dell'UE per la politica estera e di sicurezza e i Ministri degli Affari Esteri di Francia, Germania e Regno Unito hanno annunciato la creazione di INSTEX, Instrument for Supporting Trade Exchanges. La corrispondente struttura iraniana, Special Trade and Finance Institute – STFI e' stata registrata a marzo 2019.


Andamento delle principali variabili economiche

Line chart
Line chart
Line chartNota: per ogni paese è indicata la sua posizione nel ranking dei destinatari; la % tra parentesi indica il peso sull'export totale.
Line chartNota: per ogni paese è indicata la sua posizione nel ranking dei fornitori; la % tra parentesi indica il peso sull'import totale
Line chart
Line chart
Line chartMerce A = Macchinari e apparecchiature
Merce B = Prodotti chimici
Merce C = Apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche
Line chartMerce A = Prodotti delle miniere e delle cave
Merce B = Prodotti della metallurgia
Merce C = Prodotti chimici
Line chart
Line chart

Nota: la presente scheda non rappresenta uno strumento di diffusione ufficiale di dati statistici, i quali provengono da molteplici fonti nazionali ed internazionali (quali, ad esempio, IMF-WEO, UnComtrade, UNCTAD, ISTAT, Eurostat, Banca d’Italia, Istituto di Statistica locale, Banca Centrale locale, secondo disponibilità dei dati). Per informazioni puntuali sulle fonti utilizzate, si prega di far riferimento all’Ambasciata Italiana competente per il paese.


ANALISI SWOT (Strengths, Weaknesses, Opportunities, Threats)

PUNTI DI FORZA

  • PIL ELEVATO
  • INGENTI RISERVE DI IDROCARBURI
  • POSIZIONE GEOGRAFICA STRATEGICA
  • ESTENSIONE TERRITORIALE E NUMERO DI ABITANTI: 1.6 milioni di kmq quadrati.
  • ETÀ MEDIA DELLA POPOLAZIONE E GRADO DI SCOLARIZZAZIONE

PUNTI DI DEBOLEZZA

  • Crimine e Furti
  • Inflazione
  • Scarsa salute pubblica
  • Inadeguatezza dell'offerta di infrastrutture
  • Normative del lavoro

OPPORTUNITA'

Cosa vendere

  • Prodotti alimentari
  • Macchinari e apparecchiature
  • Mobili
  • Computer e prodotti di elettronica e ottica; apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi
  • Prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici

Dove investire

  • Fornitura di acqua; reti fognarie, attività di trattamento dei rifiuti e risanamento
  • Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi
  • Costruzioni
  • Energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (anche da fonti rinnovabili)
  • Flussi turistici

MINACCE

  • MALCONTENTO SOCIALE PER CRESCENTE DISOCCUPAZIONE

Nota: I punti di forza, le opportunità e le minacce sono identificati localmente sulla base di informazioni qualitative e quantitative (provenienti da varie fonti). I punti di debolezza risultano dalle interviste ad imprenditori operanti in loco realizzate dal World Economic Forum – Global Competitiveness Index (ultima edizione disponibile).

Presenze italiane

AziendaSettoreSito internetInformazioni utili
ANSALDO ENERGIA
  • Energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (anche da fonti rinnovabili)
DANIELI CINA
  • Prodotti della metallurgia
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché IRAN Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in IRAN

AMBASCIATA TEHERAN