Overview dei rapporti con l'Italia

Gli effetti della pandemia di COVID-19 sull’economia giordana stanno mettendo in evidenza le fragilità di un tessuto economico e produttivo ancora fragile. Secondo la Banca Centrale giordana, dopo un dato congiunturale di -3,6% registrato a metà anno, alla fine del 2020 il PIL dovrebbe risultare in calo del 5%, per poi riprendersi gradualmente nel 2021 e 2022, beneficiando di bassi prezzi degli idrocarburi e dell’auspicata ripresa internazionale.

Restano peraltro sullo sfondo le numerose questioni da affrontare per consentire una crescita più sostenibile e duratura, in linea con le raccomandazioni di FMI e BM, nonché con le richieste avanzate a più riprese dalla popolazione anche con manifestazioni e scioperi. La prudente riapertura dei confini con Siria e Iraq, oltre ad essere fonte di preoccupazione per i casi di contagio riscontrati alla frontiera, ha finora fornito solo una limitata spinta all’economia giordana, comunque inferiore alle ottimistiche aspettative dell’imprenditoria locale, a causa dell’obsolescenza delle infrastrutture, dei mezzi di trasporto e di un’acquisita introversione al mercato interno da parte delle aziende locali.

Con l’aumento della disoccupazione e la perdita di salari, la domanda interna ha subito un deciso calo, pur in presenza di un livello dei prezzi molto elevato (il dinaro giordano è ancorato tramite cambio fisso al dollaro USA) che, al contempo, deprime ulteriormente la competitività di beni e servizi di origine giordana sui mercati regionali ed esteri. A penalizzare la domanda interna contribuiscono inoltre il crollo dei prezzi nel mercato immobiliare (-26% nel 2020) e la caduta nelle vendite al dettaglio a causa di bassi livelli salariali.

Questo scenario non particolarmente brillante fa il paio con la chiusura, imposta dalle misure anti-COVID, al mercato turistico internazionale. Il turismo in Giordania valeva nel 2019 il 16% del PIL e nel 2020 risulta in calo di oltre l’85%. Nel 2019 si assisteva invece sia alla crescita del numero di presenze (5,3 milioni, pari a +7% rispetto al 2018) e del tasso di occupazione alberghiera (che aveva portato ad un generale aumento dei prezzi), in gran parte grazie allo sviluppo delle compagnie aeree “low cost” che garantivano collegamenti plurisettimanali con UE e Russia. Erano anche raddoppiati i turisti italiani in Giordania che risultavano circa 65.000 su base annua: erano 29.444 nel 2018.

L’export giordano sta invece reggendo alla sfida del coronavirus, anche se continua a dipendere in maniera importante dalle industrie estrattive (fosfati, potassio) e dei lavorati di queste industrie (fertilizzanti), che registrano una domanda anelastica rispetto ai conflitti regionali e che, non a caso, continuano a registrare positive performance anche nell’ultimo periodo, soprattutto grazie alla clientela asiatica. L’agricoltura rimane marginale rispetto al complesso del PIL giordano (2,7%) a fronte del principale contributo in termini di valore costituito dal terziario commerciale, finanziario-assicurativo e immobiliare, che valeva nel 2019 circa il 23% del prodotto.

Nel secondo quadrimestre del 2020 il tasso di disoccupazione ufficiale ha superato il 23%, con tendenza ad ulteriore rialzo (rispetto al 19% di fine 2019), colpendo in misura particolare i giovani e le donne. I provvedimenti adottati dal precedente Governo Razzaz non hanno sostanzialmente incentivato, come nelle intenzioni, le assunzioni di personale locale, non riuscendo a far fronte alla pressione sui salari dovuta all’ampio numero di lavoratori migranti da paesi più poveri.

Sintomo del pesante rallentamento dell'economia, il tasso di inflazione nei primi otto mesi del 2020 si portato in terreno deflattivo, con una riduzione dei prezzi al consumo a -0,6% dopo che nel 2019 l'indice aveva chiuso l'anno all’1,7% (era il 4,5% nel 2018), in linea con l’andamento del prezzo del petrolio e di tutte le materie prime.

Nel settembre 2020 il debito pubblico giordano ha sfondato il 100% del PIL, in aumento di oltre tre punti rispetto ad un anno prima, e con trend ad ulteriore accelerazione. Nel periodo gennaio-settembre 2020 la bilancia commerciale giordana ha registrato un miglioramento di 2 punti, in conseguenza del crollo delle importazioni (-16,9%) rispetto ad una buona performance delle esportazioni. Tra queste ultime prevalgono i fertilizzanti, il potassio e prodotti tessili (in trend positivo), i prodotti agricoli, farmaceutici e i fosfati (in trend negativo).


Andamento delle principali variabili economiche

Line chart
Line chart
Line chartNota: per ogni paese è indicata la sua posizione nel ranking dei destinatari; la % tra parentesi indica il peso sull'export totale.
Line chartNota: per ogni paese è indicata la sua posizione nel ranking dei fornitori; la % tra parentesi indica il peso sull'import totale
Line chart
Line chart
Line chartMerce A = Macchinari e apparecchiature
Merce B = Prodotti delle altre industrie manufatturiere
Merce C = Apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche
Line chartMerce A = Prodotti chimici
Merce B = Prodotti della metallurgia
Merce C = Altri prodotti e attività
Line chart
Line chart

Nota: la presente scheda non rappresenta uno strumento di diffusione ufficiale di dati statistici, i quali provengono da molteplici fonti nazionali ed internazionali (quali, ad esempio, IMF-WEO, UnComtrade, UNCTAD, ISTAT, Eurostat, Banca d’Italia, Istituto di Statistica locale, Banca Centrale locale, secondo disponibilità dei dati). Per informazioni puntuali sulle fonti utilizzate, si prega di far riferimento all’Ambasciata Italiana competente per il paese.


ANALISI SWOT (Strengths, Weaknesses, Opportunities, Threats)

PUNTI DI FORZA

  • Stabilità politica ed economica unica nell'area
  • Indirizzo economico di apertura agli scambi e agli investimenti
  • Applicazione del nuovo quadro normativo sulla partecipazione dei capitali internazionali
  • Capacità del Paese di proporsi come snodo regionale
  • Buon livello di servizi essenziali

PUNTI DI DEBOLEZZA


    OPPORTUNITA'

    Cosa vendere

    • Prodotti delle altre industrie manufatturiere
    • Attività immobiliari
    • Macchinari e apparecchiature
    • Prodotti alimentari
    • Prodotti tessili

    Dove investire

    • Servizi di informazione e comunicazione
    • Prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici
    • Fornitura di acqua; reti fognarie, attività di trattamento dei rifiuti e risanamento
    • Prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici
    • Costruzioni

    MINACCE

    • Possibili sviluppi legati all'evoluzione della situazione in Siria ed Iraq.
    • Impossibilità dello Stato di fornire una garanzia sovrana sugli investimenti.
    • Consolidamento fiscale e riforme strutturali

    Nota: I punti di forza, le opportunità e le minacce sono identificati localmente sulla base di informazioni qualitative e quantitative (provenienti da varie fonti). I punti di debolezza risultano dalle interviste ad imprenditori operanti in loco realizzate dal World Economic Forum – Global Competitiveness Index (ultima edizione disponibile).

    Presenze italiane

    AziendaSettoreSito internetInformazioni utili
    ALESSI DOMENICO SPA –JORDAN CO.
    • Prodotti in metallo, esclusi macchinari e attrezzature
    Sito InternetAttività: Produzione ed esportazione di semilavorati e prodotti di gioielleria in oro. Il gruppo possiede in Giordania anche la società GZM che svolge la stessa attività.
    Alitalia - Compagnia Aerea ltaliana
    • Altri mezzi di trasporto (navi e imbarcazioni, locomotive e materiale rotabile, aeromobili e veicoli spaziali, mezzi militari)
    Sito Internet
    ALP Jordan
    • Costruzioni
    Sito InternetJoint Venture tra la ALP Italiana con un partner giordano,in questa fase solo commercio pannelli, accessori e strumenti per la costruzione di impianti di conduzione dell’aria, in seconda fase e' previsto un impianto produttivo in loco.
    ANSALDO ENERGIA SPA (Ufficio Regionale )
    • Energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (anche da fonti rinnovabili)
    Sito InternetAttivita': Fornitura e costruzione,assistenza e mautenzzione di impianti elettrici. Ha siglato nel 2012 con AES Jordan PSC contratti per una durata di otto anni " Long Term Part Agreement"(LTPA) per parti ricambio,assistenza e manutenzione turbine.
    CISA Middle East and CISA Office (Ufficio Regionale)
    • Computer e prodotti di elettronica e ottica; apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi
    • Macchinari e apparecchiature
    Sito InternetAttivita': macchine, impianti e tecnologie per il lavaggio, la disinfezione e la sterilizzazione.
    GREEN HAS ITALIA S.p.A. Jordan and Middle East Office & J.V.
    • Prodotti dell'agricoltura, pesca e silvicoltura
    Sito InternetAttivita': fetilizzanti,commercializzazione in loco e nei paesi limitrofi, la societa' recentemente (inzio 2015) ha realizzato un proprio impianto produttivo in Giordania per la produzione di fertilizzanti in J.V.(Italiano 90% e giordano 10%).
    Ignazio Messina & C. SpA / LIBERTY SHIPPING AND TRANSPORT CO. W.L.L
    • Trasporto e magazzinaggio
    Sito InternetAttivita': trasporto marittimo di merci, agente locale della ditta italiana Iganzio Messina & C. SpA
    Info2cell/ Acotel Group SpA
    • Servizi di informazione e comunicazione
    Sito Internetsettore ITC, con la presenza del gruppo ACOTEL, che ha acquisito interamente la società locale Info2Cell (specializzata in applicazioni e servizi per telefonia mobile). Il gruppo Acotel Group SpA altri 2 filiali , a Dubai(Emirati Arabi)e a Riyad.
    ITALPOLLINA SPA (Ufficio Regionale)
    • Prodotti dell'agricoltura, pesca e silvicoltura
    Sito InternetAttivita': Concimi liquidi
    JORDAN SADIL PETROCHEMICALS (JSP)
    • Articoli in gomma e materie plastiche
    Sito InternetAttivita': Riciclaggio Plastica
    OMCE JORDAN – JORDAN ITALIAN DRUMS MANUFACTURING CO. (Joint Venture)
    • Prodotti in metallo, esclusi macchinari e attrezzature
    Sito InternetLa societa' mista Italo-giordana al 50% ha investito in Giordania nel settore produttivo metalico (fusti metallici)e la maggior parte della produzione viene esportata.La OMCE Jordan ha poi investito in Cina(Euro 4 mil.)
    PRODIT ENGINEERING Sas (Ufficio Regionale)
    • Attività professionali, scientifiche e tecniche
    • Istruzione
    Sito InternetAttivita':settore Formazione Tecnica e Profesionale, Sistemi didattici.
    SHAMS MA'AN - SOLAR VENTURES S.R.L.
    • Energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (anche da fonti rinnovabili)
    Sito InternetProduzione di Energia ed industria solare
    SPARKLE
    • Altre attività dei servizi
    Sito InternetPunto di Presenza (PoP) ad Aqaba, in collaborazione con Naitel, operatore giordano integrato con data center proprietari e una rete nazionale.
    Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

     

    Perché GIORDANIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

     

    Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

     

    Ambasciata d'Italia

    Contatta la rete diplomatica in GIORDANIA

    AMBASCIATA AMMAN