Investimenti con l'Italia - Stock (PAESI BASSI)

Stock degli investimenti detenuti in Italia da: PAESI BASSI

Stock degli investimenti
detenuti in Italia da:
PAESI BASSI
2015201620172018
Totale108.199 mln. €108.124 mln. € mln. € mln. €
Settore (mln. €)2015201620172018
Manufatturiero51.49160.966  
Prodotti alimentari, bevande e tabacco9.15210.000  
Altre industrie manufatturiere2.8945.726  
Servizi61.21647.158  
Commercio all'ingrosso e al dettaglio; riparazione di autoveicoli e motocicli5.6967.815  
Attività finanziarie e assicurative20.66015.806  
Altre attività di servizi2.6342.594  
Elaborazioni Ambasciata d'Italia su dati Eurostat.

 

Stock di investimenti italiani nel paese: PAESI BASSI

Stock di investimenti italiani
nel paese:
PAESI BASSI
2015201620172018
Totale81.727 mln. €73.897 mln. € mln. € mln. €
Settore (mln. €)2015201620172018
Manufatturiero3.3773.328  
Prodotti alimentari, bevande e tabacco439530  
Servizi82.85970.570  
Commercio all'ingrosso e al dettaglio; riparazione di autoveicoli e motocicli720658  
Attività finanziarie e assicurative81.20368.961  
Altre attività di servizi-253-259  
Elaborazioni Ambasciata d'Italia su dati Eurostat.

Osservazioni

Per quanto concerne gli investimenti diretti dall’Italia verso i Paesi Bassi, in base ai dati della Banca Centrale olandese (DNB) dell’agosto 2019, nel 2018 gli stock sono diminuiti rispetto all’anno precedente, attestandosi a 69,856 miliardi di euro (erano 73,739 mld nel 2017), con una percentuale di decrescita del -5,3%. In proporzione, nel 2018 Italia occupava il tredicesimo posto a livello mondiale quale Paese investitore nel mercato olandese con il 1,70% del totale degli stock, rispetto ad una porzione del 1,72% nel 2017. Tra i Paesi dell’Unione Europea (da cui provengono il 49,3% degli stock totali), Italia è l’ottavo Paese investitore.

Tra gli investi rilevanti si evidenzia l’interesse di Shell per il mercato italiano. Infatti, se si escludono Paesi Bassi e UK (considerati due mercati domestici per Shell), l’Italia rappresenta il secondo mercato europeo per l’azienda, dietro solamente alla Germania. Sebbene in Italia Shell non operi piu’ attraverso la rete di distributori di carburante, detiene ancora una considerevole quota nella produzione e vendita di olii lubrificanti e investimenti “non operational” per quanto riguarda l’up-stream dei giacimenti di Val D’Agri (39%) e Tempa Rossa (25%), oltre che una collaborazione meno sostanziale nei numeri ma ben piu’ visibile con Ferrari e Ducati.

Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché PAESI BASSI Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in PAESI BASSI

AMBASCIATA L'AJA