Scambi Commerciali (BRASILE)

Export italiano verso il paese: BRASILE

Export italiano verso il paese:
BRASILE
201520162017gen-ago 2017gen-ago 2018
Totale4.213,82 mln. €3.209,11 mln. €3.802,1 mln. €2.366,66 mln. €2.635,96 mln. €
Merci (mln. €)201520162017
Prodotti dell'agricoltura, pesca e silvicoltura2044,9330,4
Prodotti delle miniere e delle cave75,628,48
Prodotti alimentari117114,91137,94
Bevande2927,2542,15
Prodotti tessili2722,8124,78
Articoli di abbigliamento (anche in pelle e in pelliccia)2724,8522,47
Articoli in pelle (escluso abbigliamento) e simili2021,0124,65
Legno e prodotti in legno e sugheri (esclusi i mobili); articoli in paglia e materiali da intreccio33,533,25
Carta e prodotti in carta4938,441,29
Coke e prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio1547,89252,02
Prodotti chimici343330,52379,26
Prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici225238,7288,42
Articoli in gomma e materie plastiche110105,66133,78
Altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi8666,4564,66
Prodotti della metallurgia9073,04101,78
Prodotti in metallo, esclusi macchinari e attrezzature218126,01170,99
Computer e prodotti di elettronica e ottica; apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi135118,42116,94
Apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche261223,99208,02
Macchinari e apparecchiature1.378922,411.050,43
Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi471417,18457,8
Altri mezzi di trasporto (navi e imbarcazioni, locomotive e materiale rotabile, aeromobili e veicoli spaziali, mezzi militari)8996,1598,17
Mobili2320,2424,85
Prodotti delle altre industrie manufatturiere117113,03114,31
Altri prodotti e attività74,194,89
Elaborazioni Ambasciata d’Italia su dati Agenzia ICE di fonte ISTAT.

 

Import italiano dal paese: BRASILE

Import italiano dal paese:
BRASILE
201520162017gen-ago 2017gen-ago 2018
Totale2.947,45 mln. €3.234,69 mln. €3.316,1 mln. €2.221,06 mln. €2.208,32 mln. €
Merci (mln. €)201520162017
Prodotti dell'agricoltura, pesca e silvicoltura666677,82655,6
Prodotti delle miniere e delle cave535498,64498,5
Prodotti alimentari357302,62255,2
Prodotti tessili45,385
Articoli di abbigliamento (anche in pelle e in pelliccia)20,811,2
Articoli in pelle (escluso abbigliamento) e simili334300,48324
Legno e prodotti in legno e sugheri (esclusi i mobili); articoli in paglia e materiali da intreccio3629,5435,6
Carta e prodotti in carta624566,96562
Coke e prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio0,0215,7319
Prodotti chimici110120,09157,1
Prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici1917,2520
Articoli in gomma e materie plastiche2324,6217,9
Altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi1110,8911
Prodotti della metallurgia242397,51472,5
Prodotti in metallo, esclusi macchinari e attrezzature99,366,9
Computer e prodotti di elettronica e ottica; apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi1614,1913,2
Apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche2925,1221,9
Macchinari e apparecchiature135134,94159,7
Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi3148,2846,5
Altri mezzi di trasporto (navi e imbarcazioni, locomotive e materiale rotabile, aeromobili e veicoli spaziali, mezzi militari)212,476,6
Mobili0,891,160,9
Prodotti delle altre industrie manufatturiere78,312,3
Altri prodotti e attività109,7912,6
Elaborazioni Ambasciata d’Italia su dati Agenzia ICE di fonte ISTAT.

Osservazioni

L’uscita del Brasile dalla gravissima crisi degli anni 2015 e 2016, e l’avvio della ripresa economica nel corso di quest’anno fanno registrare immediatamente degli effetti positivi sull’andamento dell’interscambio bilaterale, confermando la solidita’ dei rapporti commerciali con il nostro Paese nonostante la difficile congiuntura attraversata. Infatti, secondo gli ultimi dati resi noti da questo Ministero per lo Sviluppo, l’Industria e il Commercio (MDIC), nei primi undici mesi del 2017 l’Italia ha fatto registrare un incremento del 5,05 per cento delle proprie esportazioni verso il Brasile rispetto allo stesso periodo del 2016, per un totale di 3,58 miliardi di USD. Tale aumento e’ quindi in linea con la ripresa dell’economia nel Paese, avvenuta a partire dell’anno in corso. L’Italia si conferma come il settimo Paese fornitore per il Brasile (secondo a livello Europeo, dopo la Germania). A loro volta, le importazioni italiane dal Brasile si attestano a fine novembre sui 3,29 miliardi di USD, facendo segnare un incremento dell’8,42 per cento rispetto al corrispondente periodo del 2016.

Continua di conseguenza la discesa del saldo commerciale a nostro favore (che aveva toccato il suo massimo di 2,6 miliardi nel 2013): a fine novembre, si attesta sui 294,7 milioni di USD, segnando un calo del 22 per cento rispetto ai 380,9 milioni di dollari del periodo gennaio-novembre 2016. L’interscambio totale si attesta sui 6,9 miliardi di dollari, con un aumento del 6,6 per cento rispetto allo stesso periodo del 2016.

Il 97,6 per cento delle esportazioni italiane verso il Brasile e’ rappresentato da prodotti industriali, confermando la tradizionale composizione del nostro export, che si focalizza su settori ad alto valore aggiunto e ad alta intensità tecnologica. Si segnalano, in particolare, la componentistica per il settore automotive, i macchinari e le apparecchiature meccaniche, materiali elettrici, aeronavi, vaccini e prodotti ottici. L’Italia invece importa maggiormente dal Brasile beni a basso valore aggiunto quali, in particolare, caffe’, prodotti minerali, derivati dal legno e cellulose.

Il nostro Paese ha visto un aumento del suo export nel settore alimentare, corrispondente al 34,4 per cento. In crescita inoltre le esportazioni della nostra industria chimica, aumentate dell’11,5 per cento, e dei prodotti minerali (cresciuti quasi il 300 per cento). Sono diminuite invece le nostre esportazioni per macchine e apparecchiature (9,3 per cento) e materiali dell’industria del trasporto (9,5%). Queste due categorie di prodotti rappresentano, infatti, quasi la meta’ del nostro export verso il Brasile, il che aiuterebbe a spiegare la decrescita generale delle esportazioni per il periodo in oggetto. Interessante notare che l’export brasiliano verso l’Italia e’ aumentato per la quasi totalita’ dei settori produttivi. Si segnala in particolare un aumento dell’84,3 per cento per i prodotti dell’industria alimentare e, nel settore agricolo, una crescita di oltre il 400 per cento per i cereali: dai 6,2 milioni di dollari nel periodo tra gennaio e novembre del 2016, l’export di cereali ha raggiunto i 31 milioni di dollari nell’anno in corso.

 

Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché BRASILE Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in BRASILE

CONSOLATO BELO HORIZONTE (Minas Gerais)AMBASCIATA BRASILIACONSOLATO GENERALE CURITIBA (Paranà)CONSOLATO GENERALE PORTO ALEGRE (Rio Grande do Sul)CONSOLATO RECIFE (Pernambuco)CONSOLATO GENERALE RIO DE JANEIROCONSOLATO GENERALE DI PRIMA CLASSE SAN PAOLO