Rischi politici (KAZAKHSTAN)


Politica interna

Tutte le ultime elezioni legislative sono state oggetto di critica dalla missione OSCE/ODHIR, per mancato rispetto degli standards internazionali. La situazione politica rimane sostanzialmente stabile, nonostante le difficolta' economiche che il Paese ha riscontrato nel 2015. Il principale elemento di incertezza appare legato alla successione del Presidente Nazarbayev più che settantenne, anche in ragione della scarsa fiducia della popolazione nella trasparenza e competenza dell'apparato politico.


Relazioni internazionali

Il Kazakhstan persegue una politica estera "multivettoriale", da un lato cercando di rafforzare i legami con la Russia e i suoi vicini (in particolare, tramite l'Unione Economica Eurasiatica, costituita nel 2015), ma al contempo avvicinandosi alla Cina tramite il progetto di ricostruzione della "Via della Seta". Nel 2017-18 il Kazakhstan e' membro non permanente del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, .


Potenziali conflitti interni

Il Kazakhstan ha carattere multi-etnico e multi-confessionale. Non si registra alcun conflitto tra i vari gruppi, ma in aumento sono le tensioni di carattere sociale, legate ad una distribuzione della ricchezza ancora poco equilibrata e aggravate dalle difficolta' economiche che il Paese ha riscontrato a partire dal 2015. Rimangono comunque contenuti gli episodi violenti: nel dicembre 2011 a Zhanaozen, nell'occidente del Paese, sono morte 16 persone, a seguito dei violenti scontri tra manifestanti del settore petrolifero, in sciopero da vari mesi, e la polizia. Nel giugno 2016 numerose vittime a seguito di un attacco di matrice terroristica nella citta' di Aktobe.


Terrorismo

Il Governo presta una particolare attenzione al rischio terrorismo, legato anche al gran numero di kazaki (500) assoldati come foreign fightes in Medio Oriente. Il Kazakhstan non può essere considerato del tutto immune da episodi di natura terroristica, come hanno dimostrato alcuni attentati verificatisi nel 2011-2012 contro installazioni di autorità dello Stato, secondo le Autorita' legati all'estremismo islamico. Il 5 giugno 2016 un episodio di possibile matrice terroristica si e' verificato nella citta' di Aktobe, dove un gruppo di 20 persone ha fatto irruzione in due armerie: il Governo, dopo aver lanciato l'allarme terrorismo, e' riuscito a contenere l'emergenza.


Immigrazione

Benche' non riconosciuto dale fonti ufficiali, il Kazakhstan è oggetto di una forte immigrazione dai Paesi vicini. Ogni anno il numero di immigrati che entra nel Paese supera il millione di individui, di cui tra i 100 mila e i 400 mila senza permesso di soggiorno. I flussi migratori provengono per lo più da Uzbekistan, Kyrgyzstan e Tajikistan. Le autorità stanno rivedendo la loro policy in termini di immigrazione per far fronte più efficacemente a tale situazione.


Ultimo aggiornamento: 28/05/2017^Top^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché KAZAKHSTAN Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in KAZAKHSTAN

AMBASCIATA NUR SULTAN