Rischi operativi (KENYA)


Carenze infrastrutturali

Le carenze infrastrutturali che interessano l?intero sistema dei trasporti rappresentano un vincolo per il regolare svolgimento dell?attività d?impresa. Anche dal punto di vista energetico si lamenta una fornitura insufficiente per le necessità e le potenzialita? produttive del Paese.


Corruzione

Come riportato da agenzie internazionali il sistema keniano riscontra tassi di corruzione importanti con i quali l?operatore economico deve confrontarsi. Si registra l?impegno di queste autorità a combattere il fenomeno.


Inefficienza burocratica

L'imprenditore deve affrontare una burocrazia a volte inefficiente e farraginosa. Sono in corso di implementazione politiche e misure per snellire le pratiche burocratiche necessarie all'attività d'impresa.


Aumento dazi d'importazione

I dazi all'importazione sono del 10% per i semi-lavorati e per i beni intermedi e del 25% per i beni finiti. I veicoli importati possono essere sottoposti ad un dazio massimo del 20%, che si innalza per quelli usati. I prodotti alcolici e alimentari sono sottoposti ad una tassazione che puo? arrivare fino al 40% del prezzo di vendita. Va inoltre aggiunta l?Import Declaration Fee, che ammonta al 2.25% e, da qualche mese, il Governo ha istituito una Railway Development Levy dell?1,5% su tutti i prodotti importati.


Ultimo aggiornamento: 23/04/2014^Top^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché KENYA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia