Rischi economici (CROAZIA)


Debito con l'estero

L'elevato debito con l'’estero costituisce uno dei principali fattori di vulnerabilità. Anche banche, aziende e privati sono largamente indebitati in valuta estera.


Tasso di cambio

Non trascurabile è il rischio di svalutazione. Un eccessivo deprezzamento renderebbe più difficoltoso il servizio del debito. Il principale obiettivo della Banca Centrale è pertanto di mantenere la stabilità del cambio kuna/euro, anche se non è stato fissato un particolare livello o banda di oscillazione.


Debito pubblico

Sulla scia del rafforzamento della crescita del PIL (dal IV° trimestre 2014) e di una più accorta gestione del quadro istituzionale che disciplina le finanze pubbliche, il debito pubblico croato ha assunto da qualche anno una parabola discendente. Il rapporto debito/PIL è passato dal 84% nel 2014 al 74,6% nel 2018 e risulterebbe in costante diminuzione. Il rating creditizio accordato dalle principali agenzie specializzate è; S&P: m/l termine BBB-; Outlook positivo. Moody's: m/l termine Ba2; Outlook stabile. Fitch: m/l termine BBB-; Outlook positivo.


Attività economica

Il 60% del PIL croato è generato dai servizi (il 20% circa dal turismo). La base industriale è ancora ristretta. Un terzo degli assets aziendali a livello nazionale e dell'impiego di mano d'opera sono concentrati nelle imprese pubbliche. La presenza di imprese a prevalente capitale pubblico continua ad essere rilevante nei settori energetico e trasporti. A livello privato sono presenti imprese nell'industria agroalimentare, nelle costruzioni civili e progettazioni e nella meccanica.


Sistema finanziario

Il sistema finanziario è dominato dal settore bancario. Sono presenti in Croazia 31 istituzioni creditizie, di cui 26 banche commerciali (15 a capitale straniero; 11 nazionali di cui 3 statali) e 5 casse di risparmio e di credito cooperativo. Le banche straniere detengono il 90% delle attività bancarie totali. Il rapporto tra crediti deteriorati e crediti lordi rimane elevato nonostante una recente flessione. Il settore finanziario non bancario è meno sviluppato e rappresenta il 10% circa delle attività totali. La Borsa di Zagabria è di proprietà diffusa, con 51 azionisti, prevalentemente società finanziare e banche. La capitalizzazione di borsa a fine 2018 è stata pari a circa 17 mld. Euro.


Ultimo aggiornamento: 21/08/2019^Top^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché CROAZIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in CROAZIA

CONSOLATO GENERALE FIUMEAMBASCIATA ZAGABRIA