Relazioni internazionali (ALBANIA)

Dopo l’ingresso nella NATO l’1 aprile 2009, la priorità nella politica estera albanese è l’integrazione nell’Unione Europea. Le relazioni tra Unione Europea ed Albania si inquadrano nell’ambito dell’Accordo di Stabilizzazione e di Associazione (ASA) firmato il 12 giugno 2006 ed entrato in vigore l’1 aprile 2009. Il Governo di Tirana ha presentato ufficialmente la domanda di adesione all’UE il 28 aprile 2009. Il Consiglio Europeo del 26 e 27 giugno 2014 ha concesso all’Albania lo status di Paese candidato. Al fine dell’avvio dei negoziati di adesione, la Commissione europea ha espresso la necessità che l’Albania compia decisi progressi in merito a cinque specifiche “key priorities”: depoliticizzazione e professionalizzazione della pubblica amministrazione; rafforzamento dell’indipendenza, efficienza e trasparenza delle istituzioni giudiziarie; approfondimento della lotta alla corruzione e al crimine organizzato; adozione di misure efficaci per la protezione dei diritti umani e del diritto di proprietà. 

L’Albania è membro del FMI dal 15 ottobre 1991. Dal 2014 il Paese ha beneficiato di un programma di assistenza finanziaria triennale con il FMI per un importo complessivo di 377,3 milioni di euro, erogato in nove rate, le cui ultime due nel primo semestre del 2017. L’Albania è altresì membro della Banca Mondiale dal 1992 ed ha finora ricevuto circa 1,8 miliardi di dollari di finanziamento in vari settori. I 6 progetti attualmente in corso ammontano a 250 milioni di dollari tra crediti IDA (International Development Association) e prestiti IBRD (International Bank for Reconstruction and Development), e a circa 15,4 milioni di dollari in fondi fiduciari.

In Albania è presente un Country Team delle Nazioni Uniti, attualmente guidato dal rappresentante dell’UNDP. Le altre agenzie qui presenti sono le seguenti: FAO, IOM, UNICEF, UNFPA, UNHCR, UN WOMEN e OMS. L’Albania rappresenta un caso eccezionale in quanto si è candidata ed è stata selezionata come Paese pilota per l’approccio ‘Deliver as One UN’ nel 2007. Su questa base sono stati sviluppati i successivi Programmi di Cooperazione pluriennali. Il Programma Paese ha come obiettivo il sostegno del processo di integrazione europea, del National Strategy for Development and Integration e dell’Integrated Planning System ed è basato sugli impegni che l’Albania ha assunto al fine del raggiungimento dei Millennium Development Goals (MDGs).

Il Processo di Berlino ha rappresentato una buona opportunità per accrescere il profilo dell'Albania nelle relazioni internazionali. Tra i principali traguardi di questa piattaforma c'è la creazione del Western Balkan Fund(WBF) e del Regional Youth Cooperation Organization (RYCO) due iniziative di cooperazione regionale in materia di rafforzamento della società civile e delle politiche giovanili. Si tratta inoltre anche delle prime due OI con sede a Tirana. Un altro tema importante riguarda l'OSCE: l'Albania avrà infatti la presidenza di turno nel 2020 e dal primo gennaio di quest'anno fa parte della troika, insieme all'Italia e la Slovacchia, alla guida dell'organizzazione per il 2019.

Rimane prioritario il partenariato con Stati Uniti e con l’Unione Europea (rimanendo l’adesione il principale e condiviso obiettivo di politica estera del Paese e con un totale allineamento in materia di Politica Estera e di Sicurezza) e in particolare con alcuni partner europei (Italia, Germania). Si registra altresì a un’intensificazione dei rapporti con la Turchia, ma anche Cina. Negli ultimi anni si assiste ad un miglioramento della collaborazione politica ed economica con i Paesi della regione balcanica.Da segnalare anche il ritorno della NATO nella regione. Il comandante delle Forze aeree della Nato in Europa Tod Wolters durante la sua visita a Tirana, a gennaio del 2019, ha ufficializzato l'avvio delle procedure per l'ammodernamento della base aerea militare di Kucova, la quale sarà trasformata in una base dell'Alleanza atlantica.Il finanziamento di 51 milioni di Euro fa parte del Programma di investimenti per la sicurezza della Nato, che copre la realizzazione di importanti progetti nei paesi alleati, al fine di migliorare la sicurezza dell'Alleanza.

Ultimo aggiornamento: 29/01/2019^Top^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché ALBANIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in ALBANIA

AMBASCIATA TIRANACONSOLATO GENERALE VALONA