Relazioni internazionali (CANADA)

Il Governo Liberale di Justin Trudeau insediatosi dopo le elezioni del 19 ottobre 2015 ha adottato una visione di politica estera che, nel riflettere una continuita’ sostanziale con il Governo precedente sugli orientamenti di fondo della politica estera canadese, se ne discosta con l’adozione di un approccio pragmatico che comprende la ripresa del dialogo con interlocutori con i quali Ottawa registra forti divergenze, quali Iran e Russia, per poter meglio promuovere gli interessi canadesi nel mondo.

Il Governo e’ fortemente impegnato nel rilancio del profilo multilaterale del Canada, intendendo con cio’ riallacciarsi alle tradizioni di politica estera di questo Paese al fine di accrescerne la visibilita’ e l’influenza. La decisione piu’ importante in tale senso e’ rappresentata dalla candidatura canadese a un seggio non permanente nel Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite per il biennio 2021/2022, che rappresentera’ la principale priorita’ della politica estera canadese nei prossimi anni.

La collaborazione con i Paesi alleati, a partire dai partner G7, rappresenta un altro aspetto centrale per la politica estera del Canada, basata sul convincimento che il coordinamento con i partner sia uno strumento necessario per raggiungere gli obiettivi comuni.

Una componente molto importante della politica estera canadese e' rappresentata da una politica commerciale molto attiva basata sulla diversificazione del portafoglio dei partner internazionali, che per il Canada assume una rilevanza particolare alla luce del peso eccessivo dell’interscambio con gli USA (pari a circa 687 miliardi di dollari canadesi nel 2015), che ha assunto un nuovo slancio a seguito del crollo della domanda USA all'indomani della crisi del 2008. In questo contesto vanno segnalate la firma del "Comprehensive Economic and Trade Agreement" (CETA) con l'Unione Europea ad ottobre 2016, il negoziato per la "Trans Pacific Partnership" (TPP), e gli accordi di libero scambio con piu’ di 38 Paesi conclusi dal Governo Conservatore guidato da Stephen Harper a partire dal 2006.

La lotta ai cambiamenti climatici e la politica ambientale rappresentano una delle principali priorita’ per il Governo Liberale, che punta ad incrementare le tecnologie pulite e l’efficienza energetica al fine di rispettare gli impegni assunti sul piano internazionale di ridurre le emissioni di gas climalteranti. 

Ultimo aggiornamento: 31/10/2016^Top^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché CANADA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia