Relazioni internazionali (SRI LANKA)

La posizione strategica del Paese lungo le rotte commerciali che uniscono gli stretti di Hormuz e Malacca ne hanno fatto oggetto di crescenti interessi cinesi in questi anni. Nel decennio al potere di Mahinda Rajapaksa la proiezione cinese sull’isola è aumentata esponenzialmente attraverso ingenti investimenti, rafforzati legami commerciali ed un’ampia assistenza finanziaria per il programma di sviluppo infrastrutturale srilankese. D’altra parte lo stringersi dei rapporti di Pechino ha fatto da contraltare alle crescenti difficoltà nei rapporti con l’Occidente ed alla percepita invadenza indiana negli affari interni.

Il governo uscito dalle elezioni del gennaio scorso ha segnato una discontinuità rispetto al precedente esecutivo, inaugurando un approccio più aperto e costruttivo sul tema dei diritti umani e delle presunte gravi violazioni nelle ultime fasi del conflitto e ritessendo le trame delle relazioni con l’India, tradizionale partner regionale, ed i Paesi occidentali.

A seguito della decisione europea del febbraio 2010 di revocare i benefici commerciali dello schema preferenziale rafforzato GSP +, i rapporti tra l’Unione Europea e lo Sri Lanka hanno subito un marcato raffreddamento. Questo stato delle cose è stato una volta ancora messo in discussione dal governo Sirisena, che ha avviato, già dai primi mesi del suo mandato, una politica di riavvicinamento a Bruxelles, con l’obiettivo dichiarato di riportare lo Sri Lanka nel sistema GSP+.

Ultimo aggiornamento: 20/10/2015^Top^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché SRI LANKA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in SRI LANKA