Relazioni internazionali (CINA)

Il XIX Congresso del Partito Comunista cinese ha sancito un nuovo approccio alle relazioni internazionali, sulla base dell’aspirazione della Cina a essere riconosciuta tra le potenze globali. Da tale principio deriva un atteggiamento maggiormente assertivo sulla scena mondiale, che si traduce in un crescente attivismo nei fora multilaterali e nell’intensificazione delle relazioni bilaterali a tutto campo, sia con i partner tradizionali, sia con nuovi interlocutori.

La Cina assume cosi’ un profilo piu’ elevato in ambito onusiano, con una crescente partecipazione alla gestione delle crisi globali, esplicitato, fra l’altro, in un sempre piu’ rilevante apporto alle missioni di pace. Pechino promuove e partecipa attivamente a raggruppamenti regionali e formati ispirati da comuni obiettivi che rispondono agli interessi cinesi di stabilizzazione di aree di conflitto, sostegno alla crescita economica e agli scambi commerciali e riforma della “governance” globale in una direzione che tenga maggiormente conto delle esigenze dei Paesi in via di sviluppo. La Cina si propone infatti come guida naturale dei Paesi emergenti e aspira ormai a presentare il proprio modello quale esempio per altri.

In tale contesto, Pechino professa l’adesione agli obiettivi di pace e sviluppo sostenibile, per la promozione di una crescita condivisa e generatrice di benefici diffusi, e tiene ad accreditare un’immagine di potenza responsabile, sostenitrice di un approccio multilaterale, incline alle soluzioni negoziali e avversa all’uso della forza, coerentemente con il principio di non ingerenza negli affari interni degli altri Paesi che e’ un principio cardine della diplomazia cinese.

Linee rosse irrinunciabili nelle relazioni della Cina con i partner internazionali sono il riconoscimento dell’integrita’ territoriale e della sovranita’ nazionale che si esplicita nella richiesta di adesione alla “One China Policy”, ossia il non riconoscimento di Taiwan quale entita’ statuale e la piena conferma della sovranita’ cinese sul Tibet, in tutte le sue implicazioni. Tali principi costituiscono la premessa per stabilire relazioni con Pechino a qualsiasi livello.

Sul piano delle relazioni bilaterali, la Cina punta a incrementare le proprie relazioni economiche e commerciali con i Paesi sia industrializzati, sia emergenti ed e’ ormai annoverata tra i principali finanziatori di progetti di sviluppo economico all’estero, pur con criteri differenti da quelli OCSE. La maggior parte degli investimenti avvengono nell’ambito dell’iniziativa “Belt and Road”, considerata prioritaria dai vertici politici cinesi. L’obiettivo dichiarato e’ quello di costituire una rete di connettivita’ e partenariati che, insieme a trattati bilaterali e regionali di libero scambio, faciliti commerci e investimenti.

Ultimo aggiornamento: 11/12/2017^Top^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché CINA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia