Relazioni internazionali (IRAQ)

L’Iraq, dopo la conclusione di un’intesa con il Kuwait sul contenzioso internazionale legato all’invasione del 1990, ha ottemperato alle obblighi imposte ai sensi del Capo VII della Carta ONU.  Il paese ha impostato le sue relazioni bilaterali sulla base di nuovi accordi di cooperazione.

L’Italia ha sottoscritto nel 2007 un Accordo di amicizia, cooperazione e partenariato, in vigore dal 2009.

Gli Stati Uniti hanno firmato un accordo di cooperazione strategica, volto a favorire lo sviluppo dell’Iraq, mantenerne la stabilità interna e rafforzarne la difesa nazionale.

L’UE ha stipulato nel 2012 con Baghdad un accordo di partenariato.

L'avanzata delle milizie jihadiste di ISIS ha portato alla formazione di una coalizione globale anti ISIS, che comprende ormai oltre 70 Stati, che forniscono sostegno militare e assistenza umanitaria alla popolazione irachena delle aree maggiormente colpite.

I rapporti con il Kuwait hanno registrato un netto miglioramento grazie alla soluzione della maggioranza dei contenziosi che dividevano i due paesi sin dall’invasione irachena nel 1990. Le relazioni con l’Iran sono connotate da una crescente sintonia e stretti rapporti economici. L’Iraq è inoltre meta di pellegrinaggi religiosi soprattutto iraniani nei santuari sciiti del Sud. La guerra in Siria ha avuto pesanti ripercussioni sul paese, aggravate dall'infiltrazione di elementi dell'ISIS (Stato Islamico di Iraq e Siria) che hanno messo a ferro e fuoco aree significative del Paese, quali il Governatorato di Al Anbar e quello di Ninive, dove è stata occupata la seconda città irachena, Mossul. Ad oggi sono circa 2 milioni gli sfollati iracheni colpiti dalla crisi umanitaria che attraversa il Paese.

La Turchia è il primo paese fornitore dell’Iraq di beni di consumo di ogni genere e molto forte la presenza di gruppi turchi nel Kurdistan iracheno. Con alcuni paesi asiatici l’Iraq ha buoni rapporti improntati principalmente sul commercio: la Cina, che nel 2017 si è confermata essere primo partner commerciale iracheno per interscambio, l’India, la Repubblica di Corea e il Giappone.

La Conferenza sulla Ricostruzione dell'Iraq, tenutasi a Kuwait City dal 12 al 14 febbraio 2018, ha infine costituito un'occasione per attirare l'attenzione della comunita' internazionale e degli investitori stranieri sulle potenzialita' economiche del Paese. Circa 30 miliardi di dollari di contributi - sotto forma di prestiti, linee di credito, export-facilities - sono stati stanziati per la ricostruzione.

Ultimo aggiornamento: 11/09/2018^Top^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché IRAQ Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in IRAQ

AMBASCIATA BAGHDADCONSOLATO ERBIL