Quadro macroeconomico (BOLIVIA)

Con un tasso di crescita del 4,4% registrato nel corso del secondo semestre del 2016, l’economia boliviana è stata tra le più performanti della regione, benché il ritmo di espansione sia stato meno incalzante rispetto agli ultimi tre anni, in cui si registrò uno storico +6,8% nel 2013 (media del 5% negli ultimi dieci anni). Il sistema produttivo nazionale continua a basarsi sull’industria estrattiva e l’agricoltura: il Paese è tuttora lontano dalla diversificazione dell’apparato produttivo e dallo sviluppo di un’industria di trasformazione delle materie prime. Come negli anni passati, a determinare la dinamica positiva dell’economia nazionale sono stati i prezzi delle commodities esportate.

Il ridotto aumento delle entrate legate agli idrocarburi registrato a partire dal 2014, combinato a un incremento negli investimenti pubblici in infrastrutture e attività produttive e alla necessità di effettuare alcune transazioni finanziarie di carattere eccezionale in risposta ad importanti disastri naturali nella prima parte dell’anno, ha originato approssimativamente un deficit del 6,9% del PIL (2015). Nonostante questo, però, le riserve internazionali nette si situavano, a fine 2016, al 31% del PIL.

La bilancia commerciale, invece, ha risentito particolarmente del deterioramento della ragione di scambio. Benché si sia registrato un aumento nell’esportazione di beni, va considerato che tale variazione poggia su di un incremento pronunciato delle vendite di oro: escluso questo prodotto, il valore delle esportazioni è invece diminuito del 3,1% (le vendite del gas naturale e dei prodotti agricoli sono infatti scese rispettivamente dell’1,7% e del 16%).

Inoltre, a causa della riduzione nelle importazioni, la bilancia dei pagamenti ha chiuso il 2015 con un deficit del 4,5% del PIL, che ha comportato una sua riduzione nella crescita. Nel 2016 le importazioni sono diminuite del 14% del PIL mentre le esportazioni del 22%.

Negli Investimenti Esteri Diretti netti si è registrata una considerevole contrazione (-63%), anche per via del pagamento da parte del governo degli indennizzi per alcune nazionalizzazioni avvenute in passato.

Benché l’inflazione accumulata, ancora sotto il controllo della Banca Centrale e del Governo, sia scesa negli ultimi tre anni, situandosi al 3,6% nel gennaio del 2017, secondo le previsioni dell Banca Mondiale ci si aspetta un incremento al 4,5% fino al prossimo anno.

Sarà ancora la domanda interna a trainare l’economia boliviana nell’anno corrente che nelle previsioni dell’ l’INE (Istituto Nazionale di Statistica) dovrebbe crescere del 4,8%. Meno ottimiste, invece, le stime della CEPAL, del FMI e della Banca Mondiale, secondo cui la crescita non supererà rispettivamente il 3,8, 4 e 3,9%.

D’altra parte, però, si rileva che nel primo trimestre del 2015 si è acuito il peggioramento nel saldo commerciale registratosi nel 2014, deficitario per la prima volta in 11 anni; questo suggerisce che le esportazioni nette avranno ripercussioni negative sulla crescita del PIL nell’anno corrente.

La Banca Mondiale ha diffuso all'inizio di giugno del 2017 l’ultimo report Global Economic Prospects riducendo la previsione di crescita per la Bolivia dal 4,3% al 3,7% per il 2017. La BM ha infatti rivisto le prospettive di crescita mondiali, stabilendo nel nuovo rapporto una crescita globale del PIL del 2,7%, pari quindi a 0,2 punti in meno di quanto previsto nel rapporto di giugno 2016; riguardo la crescita del PIL a livello regionale è stato calcolato che l'incremento sarà dello 0,8%.

Il 22 gennaio 2016, in occasione della relazione per l'anniversario dello Stato Plurinazionale, il Presidente Morales ha annunciato che la previsione di crescita economica per il periodo 2016 -2020 è stata ridotta dal 5,7% al 5% a causa della discesa del prezzo del petrolio che si stima potrebbe arrivare ai 10$ al barile. Nonostante l'aggiustamento della previsione di crescita, la Bolivia dovrebbe rimanere comunque il Paese con l'aumento del tasso di sviluppo del PIL più alto nella regione.

Ultimo aggiornamento: 18/07/2017^Top^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché BOLIVIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia