Quadro macroeconomico (MOZAMBICO)

Dopo anni di aumento del PIL a una media del 7% (sostenuti in particolare dalle attività del settore minerario ed energetico, nonché dagli investimenti infrastrutturali) la crisi economico-finanziaria che ha colpito il Paese nel 2016 ha ridotto la crescita del PIL al 3,8% nel 2016 ed al 3,7% nel 2017, anni in cui la crescita è stata trainata soprattutto dallo sviluppo del settore agricolo e delle attività minerarie; la Banca Mondiale ed il Fondo Monetario Internazionale (FMI) prevedono per il 2018 una crescita di circa il 3%.

Nel 2018 l’economia mozambicana sta mostrando segnali di recupero incoraggianti: tassi di cambio più stabili, inflazione contenuta rispetto ai livelli degli anni precedenti (per il 2018 si prevede un’inflazione annuale del 7% circa) e una progressiva diminuzione del debito pubblico portano a credere che il Paese riprenda quel percorso di crescita sostenuta già intrapreso fino a pochi anni fa.

Le esportazioni sono tornate a crescere (carbone e alluminio in primis). Ulteriori segnali di miglioramento sono previsti per il 2018, anno per il quale si prospetta un significativo miglioramento dell’export rispetto ai livelli raggiunti nel 2017.

La ripresa è tuttavia ancora fragile, con una domanda interna debole e un debito pubblico alto. Il Governo è comunque impegnato a rilanciare l’attrazione degli investimenti esteri e a compiere ulteriori sforzi sul fronte del consolidamento fiscale.

Ultimo aggiornamento: 24/04/2018^Top^

 

Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché MOZAMBICO Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatti istituzionali in MOZAMBICO

AMBASCIATA MAPUTO