Quadro macroeconomico (INDONESIA)

I dati macroeconomici del 2016 confermano un trend sostanzialmente positivo nonostante la diminuzione delle esportazioni di materie prime, il crollo del prezzo del petrolio ed una lieve flessione dei consumi interni (considerati vera forza trainante dell’economia indonesiana). Secondo stime del FMI e della Banca Mondiale il PIL del Paese è cresciuto con una media annua del 5.9% nel 2008. Nel 2015 il PIL è cresciuto del 4.8% e si e’ attestato al 5.02% nel 2016. Gli analisti prevedono una crescita costante e continua del 5.1% annuo per i prossimi 5 anni. Tale congiuntura  e’ stata inoltre caratterizzata da prezzi piu’ bassi e stabili, con un tasso d’inflazione annuo che si e’ attestato al 3.5%, da una relativa stabilita’ della moneta locale  che, nonostante l’incertezza globale e’ stata la meno volatile rispetto ad altre valute dell’area apprezzandosi del 2.3% sul $USA, e da un aumento delle riserve in valuta estera ($116,4 miliardi rispetto a $106 miliardi nel 2015) grazie ad un andamento positivo della bilancia dei pagamenti. Nonostante gli sforzi dell’esecutivo, i nodi cruciali da risolvere restano l’adeguamento delle infrastrutture alla capacità di sviluppo del Paese, l’ampliamento dell’ancora limitata base fiscale (le tasse sul reddito rappresentano infatti solo il 10,3% del PIL), la necessità di attrarre investimenti esteri ed ovviamente la riduzione del tasso di povertà, settore in cui l’impegno del Governo e’ premiato con un calo costante del tasso (-0.8%  da marzo a fine 2016) che si attesta ora al 10,7% su base annua. Il Presidente Jokowi, al momento della sua elezione, ha affrontato tali questioni in primis con la riduzione dei sussidi al prezzo dei carburanti, chiaro segnale del decisionismo della sua  Amministrazione. Le risorse liberate hanno finanziato le grandi opere infrastrutturali necessarie (porti e servizi marittimi, ferrovie, rete stradale, centrali elettriche), così come la fornitura di servizi di base e una migliore copertura sanitaria a livello nazionale. Nel 2015 il Governo aveva varato 8 pacchetti di misure, finalizzati al rilancio dei consumi interni e a dare nuovo impulso alle attività produttive per stimolare la crescita e la competitività ed attrarre capitali dall’estero. Le riforme investono diversi settori: snellimento delle procedure burocratiche, riforma del sistema bancario, riduzione del prezzo di beni ed fonti energetiche utili all’industria, incentivi fiscali per imprese e lavoratori.Nel 2016 sono stati approvati altri 6 pacchetti di misure ed approvata una nuova norma che regola gli investimenti esteri, prevedendo aperture per l’acquisizione della proprietà fino a quasi il 100% anche in settori di interesse per le imprese italiane. Le quote massime di proprietà straniera ora ammesse sono tre, il 49%, il 67% e il 95% a seconda dei settori, con procedure più semplici e tempi di rilascio delle licenze più rapidi. Si registra pertanto un certo miglioramento del clima degli investimenti, seppur con alcuni settori tuttora chiusi o limitati alla presenza straniera e con perduranti incertezze a livello regolamentare. Nel 2016, l’interscambio commerciale globale indonesiano è stato pari a circa 280 miliardi U$D (-7,41% rispetto a quello del 2014), composto da 144 mld U$D  di esportazioni (-4%) e 135,7 mld U$D di importazioni (-5%). I beni maggiormente esportati dall’Indonesia sono prodotti minerari e idrocarburi, prodotti alimentari e chimici, mentre le maggiori importazioni riguardano derivati petroliferi, macchinari ed apparecchiature e prodotti chimici. I principali partner commerciali sono, tradizionalmente, Stati Uniti, Cina, UE e Giappone. Nel 2016 gli investimenti diretti esteri realizzati in Indonesia sono stati pari a 29 miliardi USD (+8,4% rispetto ai 25,5 miliardi del 2015). I settori d’investimento sono stati macchinari ed elettronica, chimico farmaceutico, cartiero e stampa, minerario e trasporti, mentre i 3 principali investitori sono stati Singapore, Giappone, Cina e UE ($2,6 mln).

Ultimo aggiornamento: 13/05/2017^Top^

 

Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché INDONESIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia