Quadro macroeconomico (CINA)

Il tasso di crescita dell’economia cinese nel 2018 si colloca al 6,6% e rappresenta quello piu' basso dagli anni della crisi finanziaria globale. Il Governo cinese aveva fissato un obiettivo di crescita per 2018 di circa il 6,5%. Scomponendo i dati, si rileva che nel quarto trimestre il settore primario e' cresciuto del 3,5%, il secondario del 5,8% e quello dei servizi del 7%. Prendendo in considerazione l'intero 2018, l'agricoltura e' cresciuta del 3,5%, in calo rispetto al 3,9% del 2017. La crescita della produzione industriale si colloca al 6,2%, in calo di 0,4 punti percentuali rispetto al 2017. Quella di elettricita', energia termica, gas e acqua e' cresciuta del 9,9% e il settore minerario del 2,3%. Il valore aggiunto della produzione high-tech, delle industrie emergenti strategiche e della produzione di attrezzature e' aumentato rispettivamente dell'11,7, dell'8,9 e dell'8,1% rispetto all'anno precedente.

Il settore dei servizi e' cresciuto del 7,7%, in diminuzione rispetto all'8,2% nel 2017. Per quanto riguarda le spese, i consumi finali hanno rappresentato il 76,2% del PIL, con un aumento delle vendite al dettaglio del 9%, inferiore rispetto al 10,2% nel 2017. La formazione di capitali ha rappresentato il 32,4 % del PIL, con investimenti immobiliari in crescita del 9,5%, 2,5 punti percentuali in piu' rispetto al 2017.

Per quanto riguarda il primo bimestre 2019, il National Bureau of Statistic (NBS) ha pubblicato il 14 marzo scorso un Rapporto sulla situazione economica del Paese, che viene definita "generalmente stabile" nei primi due mesi del 2019 in relazione all'andamento di taluni indicatori economici. In particolare il settore dei servizi e' in costante espansione, come testimoniato dall'aumento dell'indice della produzione di servizi del 7,3% su base annua, lo stesso tasso di crescita del 2018. I settori dell'information technology sono i piu' attivi, con una crescita del 26,5% (il 19% in piu' rispetto allo scorso anno), mentre i servizi finanziari sono cresciuti del 5,9%, 1,5 punti percentuali in piu' rispetto a dicembre 2018.

La produzione industriale sarebbe stazionaria, con il valore aggiunto totale delle imprese industriali che e' diminuito di 0,4 punti percentuali rispetto allo scorso dicembre, scontando l'effetto del periodo festivo del Capodanno cinese. In aumento il valore aggiunto delle imprese e holding statali (+4,4% su base annua), quello relativo all'attivita' mineraria (+0,3%) e l'offerta di elettricita', energia termica, gas e acqua (+6,8%). La produzione di veicoli elettrici e' cresciuta di 0,4 punti percentuali. Infine a febbraio l'indice "nuovi ordini" per le PMI manifatturiere si e' attestato a 50,6, circa un punto in piu' rispetto a quello di dicembre 2018;

Gli investimenti nell'industria primaria sono aumentati del 3,7% su base annua, e quelli nell'industria secondaria del 5,5%. L'investimento totale nello sviluppo immobiliare ha registrato una crescita, rispetto allo stesso bimestre dello scorso anno, dell'11,6%.

Le vendite al dettaglio di beni di consumo sono stabili su base annuale (+8,2%), allo stesso tasso di crescita dello scorso anno. In particolare le vendite online, pari al 16,5% delle vendite totali, sono state pari a RMB 1.090,1 miliardi (circa 142 miliardi di euro), in aumento di 1,6 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.

L'occupazione e il tasso di disoccupazione restano stabili. I nuovi occupati nelle aree urbane sono aumentati di 1,74 milioni e il tasso di disoccupazione urbano e'\ pari al 5,3%, inferiore al tasso atteso del 5,5%. In particolare, il tasso di disoccupazione relativo alla fascia di popolazione tra 25 e 59 anni e' stato del 4,9%,

I prezzi al consumo sono stabili (+1,6% su base annua, -0,3% rispetto a dicembre), mentre quelli alla produzione per i prodotti industriali sono in rallentamento (+0,1% su base annua).

L'interscambio e' in leggera crescita, a seguito di una maggiore diversificazione delle destinazioni dei flussi commerciali con l'estero e delle relative politiche di commercializzazione. In particolare nei primi due mesi di quest'anno l'interscambio e' cresciuto dello 0,7% su base annua. NBS registra un valore totale delle esportazioni in aumento dello 0,1%, mentre le importazioni sarebbero cresciute dell'1,5%, con una bilancia commerciale in attivo per RMB 308,7 miliardi (circa 40,1 miliardi di euro).

Ultimo aggiornamento: 04/04/2019^Top^

 

Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché CINA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in CINA

CONSOLATO GENERALE CANTONCONSOLATO GENERALE CHONGQINGCONSOLATO GENERALE HONG KONGAMBASCIATA PECHINOCONSOLATO GENERALE DI PRIMA CLASSE SHANGHAI