Quadro macroeconomico (KUWAIT)

ll Kuwait e' un Emirato del Golfo dotato di una popolazione di 4,4 milioni di abitanti  e per oltre due terzi costituita da stranieri, distribuita tra i 5 governatorati: Kuwait City (capitale), Farwaniya, Hawalli, Ahmadi, Jahra, Mubarak al-Kabeer (dati della Public Authority for Civil Information, aggiornati al giugno 2017).

Il Paese gode di un elevato reddito pro-capite (67388 dollari  per abitante – previsione per il 2017  E.I.U. 7/2017), mentre il prodotto interno lordo a prezzi correnti (secondo le previsioni EIU del luglio 2017) dovrebbe raggiungere nel 2017 i 119,646 miliardi di dollari, dato che colloca le dimensioni dell'economia kuwaitiana a ridosso di quelle di Paesi ben piu' popolosi. Sul fronte della crescita, dopo la stagnazione registrata nel 2014 (0,5%), la successiva ripresa nel 2015 (+1,8%) e 2016 (+3%), si prevede per il corrente 2017 una nuova fase di decrescita (-1,2%), seguita da una nuoiva fase di crescita, +1,4% nel corso del 2018 per il previsto riapprezzamento delle quotazioni del petrolio.

Fonte primaria della ricchezza dell'emirato è l'esportazione di greggio, grazie ad una capacità produttiva di circa a 3,2 milioni di barili al giorno, con previsioni di incremento fino a 4 milioni nel 2020 e di mantenere tale livello fino al 2030. Il petrolio rappresenta oltre la metà del PIL del Kuwait, tra l'80 ed il 90% delle esportazioni ed il 92% delle entrate governative. I principali settori economici (industrie, trasporti, servizi) sono gestiti da società statali, che occupano il 77% della forza lavoro locale mentre nel settore privato la percentuale si inverte a favore dei lavoratori stranieri, che hanno un ruolo numericamente dominante (oltre 80 per cento degli addetti nei settori non pubblici, sono stranieri).

Mentre i progetti di partenariato pubblico - privato (PPP) previsti dal  piano di sviluppo quinquennale del Kuwait (KDP) per il 2015-2020 non  appaiono ancora essere entrati in una fase completamente matura, le vicende relative alla finalizzazione del bilancio preventivo dello Stato dopo essere state nel 2016 al centro del dibattito politico per stabilire una strategia condivisa per il contenimento dell'elevata spesa pubblica, sembrano aver trovato nel 2017 una più contenuta vetrina mediatica, grazie a corsi del petrolio sufficientemente stabili..In ogni caso, l'anno finanziario 2017 -18, iniziato lo scorso 1 aprile 2017, sarà il terzo di seguito che chiuderà ragionevolmente in deficit.

Diminuzione delle entrate provenienti dal petrolio e nuovo assetto delle uscite sono le sfide principali da affrontare nell'Emirato, tuttavia le elevate riserve detenute dalla Banca Centrale e dalla KIA, il fondo sovrano del Kuwait, sono tali da permettere di mantenere buoni volumi di spese in conto capitale.

Malgrado le difficoltà congiunturali, il Kuwait appare in grado di mantenere la sostanza dei diversi progetti strategici, che vengono utilizzate in chiave anticiclica e per la costruzione di un futuro più libero dalla dipendenza dall'andamento dei corsi degli idrocarburi.

Ultimo aggiornamento: 10/08/2017^Top^

 

Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché KUWAIT Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in KUWAIT

AMBASCIATA AL KUWAIT