Quadro macroeconomico (EMIRATI ARABI UNITI)

Gli Emirati Arabi Uniti, con la loro posizione geografica strategica al centro delle principali direttrici est-ovest e le abbondanti riserve di combustibili fossili che ne hanno trainato la crescita economica, sono diventati in meno di 50 anni uno Stato fortemente sviluppato con un elevato tenore di vita (il PIL pro-capite è tra i più alti al mondo). L’economia è aperta e dinamica, soprattutto per merito di politiche di diversificazione che hanno ridotto l’incidenza delle rendite petrolifere sulla quota del PIL dal 60% del 1980 all’attuale 30%. In un contesto economico caratterizzato ancora da forte incertezza, la situazione economica degli EAU sta evidenziando segni di ripresa, dopo che nel 2017 il PIL ha fatto registrare la piu' bassa crescita reale dal 2009 ad oggi (+0.8%). Secondo le stime del FMI, nel corrente anno la crescita economica dovrebbe attestarsi al 2.9%, per poi aumentare ulteriormente nel 2019 (+3.7%), grazie all'adozione di politiche fiscali nuovamente espansive e al rialzo dei prezzi e della produzione petroliferi. Tuttavia, recentemente, i rischi al ribasso sulla crescita economica sono aumentati e rendono le prospettive di ripresa meno robuste del previsto.

In primo luogo, il settore "non idrocarburi", che sarebbe dovuto essere il principale beneficiario dell'aumento della spesa pubblica, rimane su valori di crescita non distanti da quelli dello scorso anno (+2.8% contro il +2.5% del 2017). Settori quali il turismo e il commercio all'ingrosso e al dettaglio stanno registrando negli ultimi mesi un progressivo rallentamento, con una costante compressione dei margini di prezzo. Il rialzo dei prezzi petroliferi nei primi nove mesi ha avuto finora un blando impatto positivo sul resto dell'economia.

La debolezza della domanda e' rivelata in particolar modo dal crollo delle importazioni nel primo semestre dell'anno (-20%). Per quanto riguarda il settore petrolifero si sta registrando negli ultimi mesi un progressivo aumento della produzione, passata dai 2,86 milioni di barili al giorno (b/g) del primo semestre dell'anno ai 3,16 milioni b/g del mese di ottobre.

Sulle prospettive di crescita economica nel prossimo anno pesano: i) il possibile ulteriore rafforzamento del dollaro; ii) l'atteso aumento dei tassi d'interesse; iii) i rischi al ribasso sulla crescita della domanda mondiale di petrolio.

Si attende che EXPO2020 fornisca un nuovo slancio all'attività economica, in particolare a Dubai, grazie al numero dei visitatori e all’aumento delle esportazioni e dei servizi.

Ultimo aggiornamento: 25/02/2019^Top^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché EMIRATI ARABI UNITI Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in EMIRATI ARABI UNITI

AMBASCIATA ABU DHABICONSOLATO GENERALE DUBAI