Presenza italiana (ZAMBIA)

AziendaContattiSettori
Gruppo CMC Zambia Branchc/o CMC talia
Sito Web
  • - Prodotti delle miniere e delle cave
Leonardoc/o Forza Area Zambiana (Zambia Air Force)
Lusaka
Contatto Mario Ragagli
Email mario.ragagli@leonardocompany.com
Sito Web
  • - Amministrazione pubblica e difesa; assicurazione sociale obbligatoria
Parmalat Zambia LtdMungwi Rd,
P.O.Box 34930, Lusaka, Zambia
Tel +260 21 128 6855
+260 21 128 6321
Sito Web
  • - Prodotti alimentari
Sari Consulting Zambia LtdLusaka e Choma
Goffredo De Pascale
e-mail: g.depascale@sariltd.com
Sito Web
  • - Altre attività dei servizi
Team Group EngineeringAndrea Orecchini
Commercial Manager
Email : aorecchini@teamengineering.it
  • - Altre attività dei servizi
Technital Consulting Zambia LtdFrancesco Morabito
Managing Director
Plot 609 Zambezi Road - Lusaka, Zambia
Tel: 00 260 211 250435
e-mail: francesco.morabito@technital.it
----------------------------------------
Sito Web
  • - Altre attività dei servizi

Osservazioni Presenza italiana (ZAMBIA)

L'Italia avvia relazioni economiche sin da prima dell'indipendenza dello Zambia (1964): nel 1956 Impresit avvia la costruzione della diga di Kariba; nel 1965 Intersomer Fiat assicura allo Zambia i camion, l'assistenza e la manutenzione della strada che collega la regione delle miniere di rame con lo sbocco marittimo rappresentato dal porto di Dar-es-Salaam, necessario dopo il blocco del traffico attraverso la Rodesia nel 1965; la Fiat crea una rete di vendita delle sue autovetturre ed avvia nel 1971 un impianto di assemblaggio a Livingstone in joint venture con il Governo locale; il Gruppo Eni costruisce l'oleodotto tra Dar-es-Salaam e la principale città del Copperbelt, Ndola; la stessa ENI apre una raffineria in questa ultima città; l'Alitalia assiste lo Zambia nella creazione della compagnia di bandiera zambiana (Zambia Airways) e l'aeonautica militare assicura l'addestramento della costituenda forza aerea zambiana che usa aerei Aermacchi; Enichem Agricola rilancia la fabbrica di fertilizzanti a Kafue; gli italiani costruiscono dighe, ponti, strade, linee elettriche e numerose infrastrutture, spesso con finanziamenti agevolati.

Dopo la crisi petrolifera del 1973, il crollo del prezzo del rame determina una gravissima crisi economica. Le politiche di statalizzazione dell'economia zambiana provocano gradualmente la cessazione dell'attività dei gruppi italiani: Fiat, Eni, Alitalia. Resta comunque una business community italiana di imprese piccole e medie a conduzione familiare.

Il rilancio della presenza italiana in Zambia trae spunto dal risanamento della finanza pubblica, avvenuto infatti nella prima decade del 2000, e dal miglioramento in generale delle condizioni per gli investimenti.


^Top^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché ZAMBIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in ZAMBIA

AMBASCIATA LUSAKA