Politica interna (CAMERUN)

Il Camerun è un Paese politicamente stabile grazie alla leadership ininterrotta di Paul Biya, dal 1982 Presidente della Repubblica e Capo del Partito di governo RDPC. Il mantenimento della stabilità è un obiettivo che Biya è riuscito ad assicurare garantendo un non facile equilibrio tra le componenti etniche, linguistiche, regionali e tribali che compongono il Paese.

Tuttavia l'obiettivo di fare del Camerun una economia emergente stenta a tradursi in realtà e i tassi di occupazione reale e di sviluppo restano bassi. All'origine delle deboli performance, è soprattutto la scarsa capacità di esecuzione delle spese per investimento iscritte nel bilancio pubblico e la riconosciuta farraginosità della macchina burocratico-amministrativa. L'economia ha al contrario mostrato segni di resilienza, assorbendo l'impatto della caduta del prezzo del petrolio e chiudendo il biennio 2014-2015 con un tasso di crescita vicino al 6%. Ciononostante settore privato e investitori reclamano l'urgenza di alcuni interventi strutturali necessari per creare le premesse  di uno sviluppo solido: l'offerta di energia elettrica, molto al di sotto del fabbisogno e non sufficiente a soddisfare le esigenze di un Paese che intende puntare sull'industria e sulla trasformazione industriale; lo sviluppo delle infrastrutture, stradali, ferroviarie e portuali; l'efficienza dell'amministrazione. Secondo il rapporto finale (EUEI-PDF 2016) su uno studio d’efficacità energetica portato avanti da dall’Unione Europea, l’insufficienza dell’energia elettrica in Camerun sta nell’inefficienza del trasporto e della sua distribuzione.  E’ stato raccomandato allo stato camerunese di investire sull’efficacità dell’energia elettrica e mettere delle normi di base sui componenti elettrici che possono essere importati nel paese.

In positivo va riconosciuto al Camerun di essere finora riuscito a far fronte, sul piano politico ed economico, alle sfide di sicurezza derivanti dal confronto con il movimento estremista Boko Haram nell'Estremo Nord e dalla situazione nelle aree di frontiera con la Repubblica Centrafricana. 

Il Paese affronterà le prossime elezioni nel 2018. Una scadenza ancora a medio termine che sarà importante per riconfermare la tradizione di stabilità e consolidare il percorso di riforme verso l'obiettivo dell"émergence".

Ultimo aggiornamento: 26/02/2018^Top^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché CAMERUN Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatti istituzionali in CAMERUN

AMBASCIATA YAOUNDE'