Politica interna (MESSICO)

Dal primo dicembre 2018 ha preso avvio la presidenza di Andrés Manuel Lopez Obrador che, al terzo tentativo come candidato, ha conseguito un netto successo elettorale con oltre il 53% dei voti e che, attraverso il Movimento de Regeneracion Nacional (MORENA) ed i Partiti alleati, gode di un’ampia maggioranza in entrambi i rami del Congresso, dove i Partiti che hanno sin qui governato il Messico (il PRI, dal 1929 al 2000 e dal 2012 al 2018 ed il PAN dal 2000 al 2012), hanno subito un forte ridimensionamento. MORENA ha conquistato anche il Governo di 5 Stati, tra cui Città del Messico, ed il controllo di un gran numero di Assemblee legislative statali.

Proclamando l’intenzione di segnare una forte discontinuità rispetto ai Governi precedenti, la nuova Amministrazione ha indicato come priorità la fine della corruzione e della violenza nel Paese ed un nuovo modello di sviluppo più equo ed inclusivo che dia la priorità alle fasce più povere. Il Governo morenista ha annunciato una serie di iniziative prioritarie in campo sociale (incremento delle pensioni per gli anziani, programmi di borse di studio e per l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro) e progetti infrastrutturali rivolti soprattutto al Sud est del Paese (una nuova raffineria nello Stato di Tabasco, il “Tren Maya” nel Sudest, il corridoio ferroviario e portuale nell’Istmo di Tehuantepec): le risorse dovrebbero provenire in gran parte dai risparmi derivanti da una linea di austerità imposta alla pubblica amministrazione (riduzione dei salari dell’alta dirigenza, drastica riduzione del personale non di ruolo, tagli alle spese dei Ministeri ed accentramento e controllo degli acquisti pubblici federali). I progetti in campo infrastrutturale dovrebbero integrarsi in un piano di sviluppo del Messico Meridionale e dei Paesi del Triangolo Nord (Guatemala, Honduras, Salvador) con l’obiettivo di creare un’alternativa all’emigrazione. Il Presidente ha annunciato la cancellazione di iniziative della precendete amministrazione quali la riforma educativa e la costruzione del nuovo aeroporto di Città del Messico; durante la campagna ha criticato la riforma che ha aperto il settore energetico alla partecipazione straniera ed espresso la volontà di rilanciare l’industria petrolifera nazionale.

Ultimo aggiornamento: 10/01/2019^Top^

 

Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché MESSICO Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in MESSICO