Politica interna (SENEGAL)

Il 25 marzo 2012 si è  concluso un lungo, combattuto ma ordinato processo elettorale con la vittoria alle presidenziali di Macky Sall (di stampo liberale) che si è assicurato il 68% dei voti a fronte del 32% del Presidente uscente Wade, capo del Partito Democratico Senegalese (PDS) e al potere dal 2000. Lo scrutinio, giudicato positivamente dai prinicipali osservatori internazionali, ha dimostrato la maturità politica del Senegal quale esempio di democrazia per il continente africano ed attore fondamentale per rafforzare il dialogo interafricano e regionale. Nel marzo 2014 il Presidente Sall ha lanciato un vasto programma di riforma dell'economia incentrato sulla creazione di una dotazione infrastrutturale e sul miglioramento della competitivita' del paese, con particolare riferimento al miglioramento della distribuzione dell'energia elettrica. Nel marzo 2016 un referendum di revisione costituzionale proposto dal Presidente (introduzione del voto all'estero e rappresentanza per la consistente diaspora senegalese; riduzione a cinque anni del mandato presidenziale a partire dal prossimo mandato; riforma della nomina dei giudici del Consiglio Costituzionale) e' stato adottato. Nel luglio 2017 le elezioni per il rinnovo dell'Assemblea Nazionale hanno visto la vittoria della coalizione di partiti a sostegno dell'attuale governo (125 seggi su 165), di fronte ad un'opposizione sostanzialmente divisa. Le prossime elezioni presidenziali si terranno nel febbraio 2019.

 

 

Ultimo aggiornamento: 12/04/2018^Top^

 

Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché SENEGAL Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in SENEGAL

AMBASCIATA DAKAR