Politica interna (FILIPPINE)

La Repubblica delle Filippine, secondo la Costituzione del 1987, ha una forma di governo presidenziale con un congresso bicamerale.

Nel maggio 2016 Rodrigo Duterte, ex Sindaco di Davao (seconda città del Paese e città principale dell’isola di Mindanao) è stato eletto Presidente della Repubblica. La sua agenda politica è focalizzata su: sicurezza, lotta alla droga, lotta alla corruzione e alla povertà, riforme istituzionali, sostegno ai processi di pace interni.

 L'Amministrazione ha inoltre lanciato un ingente programma di sviluppo infrastrutturale (Build, build, build – la c.d. “Dutertenomics”), puntando sulla formula del partenariato pubblico-privato per la costruzione di aeroporti, autostrade, ferrovie e metropolitane.

La Presidenza Duterte ha dato nuovo impulso al processo di pace già avviato nel 2014 con il Moro Islamic Liberation Front (MILF), uno dei principali attori del movimento separatista musulmano sull’isola di Mindanao. La Legge fondamentale Bangsamoro (Bangsamoro Organic Law), approvata nel luglio 2018, delinea i poteri di una nuova autorità indipendente con autonomia fiscale e capacità di emanare ed applicare proprie leggi. Con i due referendum del gennaio e febbraio 2019, 1,6 milioni di cittadini hanno accolto con favore l’istituzione della Regione Autonoma del Bangsamoro del Mindanao musulmano (BARMM).

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 22/05/2019^Top^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché FILIPPINE Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in FILIPPINE

AMBASCIATA MANILA