Politica economica (ALGERIA)

L'Algeria sta esperendo i primi tentativi di diversificazione dell'economia (sviluppo dell'economia extra-idrocarburi, con particolare riferimento al settore industriale e a quello agricolo), nonché di aggiustamento della politica fiscale (possibile revisione della politica di sussidi "indiscriminati", dei quali cioè beneficia l'intera popolazione, senza distinzioni di reddito). Inoltre, da anni l'Algeria si è posta l'obiettivo di riequilibrare la propria bilancia commerciale, in cronico disavanzo, attraverso la riduzione delle importazioni da una parte e lo sviluppo delle esportazioni non-oil dall'altra.

La legge finanziaria 2020 e la legge di finanza complementare (approvata ad aprile) vanno in direzione di riduzione della spesa pubblica, riforma parziale del sistema fiscale, diversificazione delle risorse di finanziamento dell'economia nazionale e rafforzamento dell'attrattivià economica.

Dal punto di vista della politica commerciale, sono state adottate negli ultimi anni alcune misure protezionistiche che vedono il blocco delle importazioni di alcuni beni e l'imposizione di dazi su molti altri: dal gennaio 2019 è in vigore il cosiddetto "DAPS" (Droit Additionnel Provisoire de Sauvegarde) che prevede dazi tra il 30% e il 200% su circa 800 prodotti (in particolare, ma non solo, nel settore agroalimentare).

Ultimo aggiornamento: 14/06/2020^Top^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché ALGERIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in ALGERIA

AMBASCIATA ALGERI