Politica economica (URUGUAY)

Nel corso degli ultimi anni, l'Uruguay ha realizzato politiche economiche volte al consolidamento della stabilita' macroeconomica e dei conti pubblici.

La politica fiscale e' di carattere espansivo: la spesa corrente nelle aree non prioritarie si e' mantenuta ad un livello controllato, mentre e' aumentata sensibilmente in settori considerati chiavi per lo sviluppo del Paese dal Governo del Presidente Vazquez, come l'educazione, la salute e la sicurezza sociale.

Nonostante siano stati definiti obiettivi fiscali precisi, con una traiettoria decrescente del deficit di bilancio, quest'ultimo ha superato negli ultimi anni la meta stabilita: 3,9% nel 2016 e 3,5% nel 2017. Le Autorita' uruguaiane si aspettano per il 2018 e 2019 un ulteriore aumento del gettito fiscale, come conseguenza dell'aumento delle imposte sul reddito delle imprese e personale introdotto nel 2016, tale che possa ridurre il deficit al 2,5 nel 2019.

Al 31 dicembre 2017, l'indebitamento lordo del Settore Pubblico e' stato pari al 65% del PIL, sebbene il debito netto abbia rappresentato solo il 28% del PIL, come conseguenza dell'alto livello dell'attivo in possesso del settore pubblico.

L'obiettivo principale della politica monetaria e' mantenere la stabilita' dei prezzi, attraverso un regime di obiettivo di inflazione, con un margine di fluttuazione dell'indice dei prezzi al consumo tra il 3% e il 7%. Dopo diversi anni di tasso di inflazione al di sopra della soglia obiettivo, nel 2017 tale valore si e' situato al 6,6%, mentre nel 2018 e' tornato a salire, attestandosi al 7,96%.

Nel corso della riunione di aprile 2019, la Banca Centrale uruguaiana ha stabilito un obiettivo di crescita di aggregato monetario M1 (circolante, depositi a vista, casse di risparmio) dell’8-10% per il secondo trimestre 2019 (nel 2013 le Autorita’ uruguaiane hanno abbandonato l’uso di fissare un tasso di interesse in favore di un obiettivo di crescita dell’offerta di moneta).

Il conto corrente della bilancia dei pagamenti dell'Uruguay ha registrato un surplus a partire dal 2016 (+0,8%), confermato nel 2017 (+1,6%), a seguito di un maggiore avanzo della bilancia commerciale dei beni. 

La politica commerciale del Paese e' strettamente vincolata alla sua partecipazione al MERCOSUR e ha come obiettivo principale l'accesso ai mercati internazionali a condizioni stabili e prevedibili, attraverso negoziati commerciali bilaterali, regionali e multilaterali.

Complementare a questa visione, affinche' l'Uruguay possa integrarsi con successo nei mercati internazionali, le Autorita' di Montevideo hanno promosso la crescita della competitivita' dell'economia del Paese, trasformando il proprio apparato produttivo e incentivando le attivita' economiche con maggiori livelli di valore aggiunto e contenuto tecnologico e nazionale. 

 

Ultimo aggiornamento: 09/04/2019^Top^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché URUGUAY Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in URUGUAY

AMBASCIATA MONTEVIDEO