Politica economica (ANGOLA)

Dal 2014 il Paese sta attraversando una grave crisi economica dovuta al crollo del prezzo del petrolio. L’Obiettivo del Governo di Luanda è quello di favorire in ogni modo la diversificazione dell’economia nazionale, superando la dipendenza dagli idrocarburi. In quest’ottica, assume particolare rilievo la necessita’ di migliorare il clima in cui agiscono gli operatori economici, attraverso una azione di snellimento delle procedure burocratiche e deregolamentazione dell’economia (sara’ a breve varata una “legge sulla concorrrenza), ed il miglioramento delle condizioni di accesso al credito al fine di favorire sia gli investimenti nazionali che gli investimenti esteri. La diversificazione dell’economia sara’ perseguita attraverso una politica di sostegno allo sviluppo agricolo e di sostegno alla produzione industriale, in particolare nei seguenti settori: siderurgia, costruzioni, telecomunicazioni, alimentare. Sarebbe allo studio del Governo anche un vasto piano di privatizzazioni delle società statali, di cui ancora non si conoscono però i dettagli.

 

Il Parlamento sta discutendo una proposta di legge di origine governativa per il rimpatrio di capitali illegalmente detenuti all’estero; il Governo ha infatti stimato in circa 30 miliardi di euro l’entità di questi capitali. Lourenço spera così di attrarre questi capitali in Angola per garantirsi una nuova fase di crescita e stabilizzazione finanziaria.

 

Dall’altro lato, la  nuova politica monetaria completa il programma di riforme strutturali dell’economia  voluto dal Presidente per rilanciare il sistema economico e finanziario angolano. A partire dal Gennaio 2018 infatti, la Banca Nazionale d’Angola ha consentito al kwanza di deprezzarsi di oltre il 20%, passando da un regime di cambio fisso ad un regime di fluttuazione controllata del tasso di cambio. Resta forte l’attenzione dell’autorità centrale per il controlo dell’inflazione.

 

Per quanto riguarda la politica commerciale, Nel mese di febbraio, l’Angola ha firmato l’accordo di libero scambio (African Continental Free Trade Agreement – AfCFTA) e il Protocollo sulla libera circolazione di persone e beni, in modo da consentire l’apertura del mercato angolano ed una maggiore concorrenza.

 

 

Ultimo aggiornamento: 28/11/2018^Top^

 

Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché ANGOLA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in ANGOLA

AMBASCIATA LUANDA