Politica economica (SOMALIA)

La positiva conclusione della transizione politica in Somalia, che ha reso possibile la nomina di nuove Istituzioni Federali (IF) ha, negli ultimi mesi, incrementato l’interesse di potenziali investitori stranieri nel paese, in particolare in alcuni settori strategici finora inesplorati per via del lungo conflitto civile esploso nel 1991, e che aveva reso tutto il territorio nazionale particolarmente instabile e insicuro. Con l’adozione della Costituzione provvisoria (1 agosto 2012), il cui testo dovrà comunque essere perfezionato e approvato dal nuovo Parlamento (insediatosi il 20 agosto 2012), e in seguito sottoposto a referendum popolare, si avvierà con buona probabilità un percorso legislativo teso a disciplinare il settore degli investimenti esteri, e porre dunque le basi per un intervento più massiccio e strutturato di potenziali soggetti privati disposti ad investire nel paese. Il nuovo Presidente somalo Hassan Sheikh Mohamud (nominato il 10 settembre 2012) e il Governo Federale, la cui fiducia è stata approvata dal Parlamento l’11 novembre 2012, hanno già espresso la volontà di creare un terreno favorevole di opportunità economiche per potenziali investitori stranieri ed il loro intresse nel favorire il ritorno nel paese dei cittadini somali della dispora, cosi' come dei cittadini stranieri interessati ad aprire attivita' imprenditoriali in Somalia.

Ultimo aggiornamento: 25/01/2013^Top^

 

Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché SOMALIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia