Perchè ARABIA SAUDITA


Saudi Vision 2030: nuova strategia di sviluppo del Regno

L'Arabia Saudita ha adottato nel 2016 una nuova strategia di sviluppo, denominata Saudi Vision 2030. Si tratta di un cambiamento di paradigma di sviluppo, il cui traino dovrebbe passare dal settore pubblico (sostenuto dagli introiti petroliferi) a quello privato, con la creazione di opportunità di lavoro. Si perseguirà la diversificazione economica e l'attrazione degli investitori esteri. La roadmap operativa è confluita nel National Transformation Program 2020. Saranno finanziate grandi opere infrastrutturali e incentivate le filiere produttive nazionali.


Posizione geografica strategica ed eccellenti infrastrutture di base

L'Arabia Saudita si trova nel cuore dell'area MENA, di cui rappresenta la principale economia. Il Paese, che si estende dal Mar Rosso ad ovest fino al Golfo Persico ad est, ha una superficie di 2.21.949 kmq, collocato al crocevia tra Europa, Africa e Asia. Presenta dei vantaggi competitivi in termini di bassi costi dell'energia e generosi incentivi statali agli investimenti. Dispone di ottime infrastrutture e di un sistema finanziario ben sviluppato e regolamentato.


Business environment in progressivo miglioramento

Il Governo saudita ha intrapreso misure di attrazione degli investimenti esteri, di semplificazione delle procedure autorizzative e amministrative, nonché di sostegno al settore privato. Il previsto piano di privatizzazioni, già avviato (e che culminerà con il collocamento sul mercato del 5% di Saudi Aramco), aprirà numerose opportunità per gli investitori esteri. Il forte accento sui servizi di e-government dovrebbe tradursi in procedure amministrative gradualmente più snelle e agevoli.


Ridotta tassazione sul reddito personale e d'impresa

Si segnalano l'assenza di tassazione sul reddito personale, la Corporate Tax al 20% e la possiblità per le realtà estere o miste di usufruire di programmi di finanziamento locali, regionali ed internazionali. Il Paese ha inoltre firmato numerosi accordi per evitare la doppia imposizione fiscale, tra cui uno con l'Italia.


Piano di privatizzazioni da 300 miliardi di Euro

Il piano di privatizzazioni comporterà la vendita di asset governativi per ca. 300 miliardi di dollari, 100 miliardi attesi da Saudi Aramco e 200 miliardi dalle altre privatizzazioni. Un ruolo fondamentale per traghettare l'economia saudita verso uno scenario post-oil sarà espletato dal Public Investment Fund-PIF (che ha completamente rivisto gestione e mandato nel 2016) e dal Centro Nazionale per le Privatizzazioni e le Public Private Partnership (costituito ad aprile 2017). La principale operazione sarà il collocamento sul mercato del 5% di Saudi Aramco.


Ultimo aggiornamento: 26/09/2017^Top^

 

Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché ARABIA SAUDITA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatti istituzionali in ARABIA SAUDITA

CONSOLATO GENERALE GEDDAAMBASCIATA RIAD