Perchè BOLIVIA


Materie Prime Minerali

La Bolivia è un Paese ricchissimo di materie prime minerali, ma non dispone di tecnologia per la trasformazione industriale. Sono anche disponibili risorse energetiche (dato che il Paese è la seconda riserva di gas naturale del continente latinoamericano) che oltre ad alimentare il sistema economico nazionale (la vendita degli idrocarburi è la prima voce del PIL), sono esportate principalmente in Argentina e Brasile


Materie prime ambientali

Con una popolazione di poco superiore ai dieci milioni di abitanti, dimensioni territoriali equivalenti a 3,6 volte l'Italia e a circa il doppio della Francia, nonché una varietà ecologica che va dai ghiacciai andini alla pianura amazzonica, la Bolivia è un Paese ancora largamente vergine, dotato in gran quantità di riserve acqua, boschi, biodiversità e terre coltivabili e con un gran potenziale di produzione energetica da fonti rinnovabili e di sviluppo del turismo. Grande interesse sta destando la riserva di litio, la più grande del mondo, che si trova nel Salar di Uyuni.


Esigenza di ampliare la base produttiva

La Bolivia ha un sistema produttivo basato essenzialmente sull'industria estrattiva e sull'esportazione di materie prime non trasformate. Vi sono grandi potenzialità nella creazione di industrie della trasformazione (anche del gas) che apportino valore aggiunto alle materie prime nazionali, in presenza di un costo del lavoro fra i più bassi in America Latina. Potenzialità presenti anche nell'aumento della produttività dell'agricoltura e nella trasformazione alimentare.


Crescita del mercato del consumo

Oltre un decennio ininterroto di crescita economica (in media superiore al 5%) ha contribuito all'espansione di una classe media dal potere di acquisto crescente. Si è così costituito un mercato sempre più ampio per prodotti di gamma alta come quelli italiani che registrano grande successo in un mercato nel quale fino a qualche anno fa erano praticamente assenti. Permane tuttavia una ampia fetta di "commercio informale", che sostiene l'economia locale.


Controindicazioni

Le nazionalizzazione nei settori strategici. Tensioni sociali. Gravi complessità delle procedure doganali. Onerosità della burocrazia. Basso livello di sviluppo delle infrastrutture. Elevato tasso di informalità. Rigida regolamentazione del mercato del lavoro. Difficoltà nel garantire l'imparzialità del giudice e la certezza del Diritto. Diffuse pratiche di corruzione. Insicurezza giuridica, dato che un eventuale arbitrato viene sempre deciso nel Paese da giudici boliviani.


Ultimo aggiornamento: 15/07/2017^Top^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché BOLIVIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia