Perchè RUANDA


Ruanda è protagonista di uno straordinario successo economico

A vent'anni dal tragico genocidio del 1994, che ha decimato la popolazione e severamente impoverito l'economia, il Ruanda ha realizzato progressi notevoli: il tasso di povertà è diminuito fino al 40%; il tasso di crescita economica si e' sempre mantenuto tra il 6% e l'8%. L'FMI ha previsto per il 2017 un tasso di crescita del PIL del 6,6%, grazie innanzitutto all'espansione del settore terziario.


Governo Stabile

Dopo il genocidio, il governo di Kagame ha attuato una gestione macroeconomica prudente anche grazie all'uso efficace degli aiuti finanziari. Il sistema istituzionale e' relativamente efficiente e caratterizzato da bassa corruzione, un mercato del lavoro efficiente, un sistema finanziario relativamente sviluppato e una capacità di innovazione elevata. Nel dicembre 2016 il 98% dei ruandesi ha approvato, tramite un referendum, una modifica costituzionale che permette al Presidente Kagame di candidarsi oltre il secondo mandato, dandogli la possibilita' di governare teoricamente fino al 2034.


Clima amichevole per gli investitori

Il Ruanda ha promosso la privatizzazione di imprese statali e la trasparenza nelle gare d'appalto per attrarre investimenti dall'estero. Il Comitato Ruandese per lo Sviluppo (Ruanda Development Board) e' il principale motore dello sviluppo economico del paese. Nel 2011 e' stata inaugurata a Kigali una Zona Economica Speciale, con normative semplificate e favorevoli al libero scambio di beni. Tali sforzi sono stati ricompensati dal rapporto Doing Business 2017 della Banca Mondiale che ha ritenuto il Rwanda il secondo miglior paese dell'Africa Subsahariana per fare impresa.


Accesso a mercati emergenti in rapida crescita

Dal luglio 2007, il Ruanda fa parte della Comunita' dell'Africa Orientale (EAC), insieme all'Uganda, Kenya, Tanzania, Sud Sudan e Burundi. L'EAC comprende un'unione doganale e un mercato comune in rapida crescita, abitato da piu' di 160mln di persone. Il Paese e' anche membro della Comunita' Economica dei Grandi Laghi - insieme alla Repubblica Democratica del Congo e al Burundi.


Un nuovo mercato per investire in obbligazioni

Rispetto ad altri paesi africani, il sistema finanziario e' relativamente sviluppato. Il Ruanda e' uno dei paesi africani che si sta integrando maggiormente nel sistema finanziario mondiale ed ha un'alta capacita' di attrarazione di capitali dall'estero. Nel Febbraio e nell'Agosto 2017 il governo ha emesso due bond quinquennali di 10 trilioni di Franchi l'uno (USD12 milioni) per finanziare progetti infrastrutturali. Tali emissioni sono state effettuate ad un tasso complessivo quinquennale del 12,2% (2,33% tasso annuo composto).


Ultimo aggiornamento: 04/10/2017^Top^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché RUANDA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia