Perchè EMIRATI ARABI UNITI


Prospettive di crescita negli scambi commerciali

Per l'Italia gli EAU rappresentano da diversi anni il principale mercato di sbocco per le sue esportazioni nell'area MENA. Nel 2017 il nostro Paese e' risultato infatti essere il decimo fornitore degli Emirati e il terzo fra i partner europei. Le nostre esportazioni, tra cui si distinguono i prodotti della gioielleria, i macchinari e i prodotti raffinati del petrolio, si sono mediamente attestate nell'ultimo triennio intorno ai 5.4 miliardi di euro, con un saldo commerciale a favore dell'Italia pari a 4.3 miliardi.


Possibilità di accesso delle nostre imprese ai progetti infrastrutturali

Grazie ai piani di sviluppo e infrastrutturali previsti dal Governo emiratino nei diversi settori: quelli legati a EXPO 2020, i bandi per l'espansione dell'Aeroporto Internazionale Al Maktoum di Dubai e la riapertura della gara per la costruzione delle fasi 2 e 3 di Etihad Rail, le prospettive per le nostre imprese - in particolari medio-grandi e con pregressa esperienza internazionale - di acquisire commesse per la realizzazione di opere civili, sia nel settore pubblico che privato, rimangono elevate. Spazio anche per le PMI come fornitori settoriali o sub-contractor.


Prospettive di maggiore integrazione delle nostre aziende sul mercato emiratino

Negli EAU sono presenti oltre 600 PMI italiane registrate nelle Camere di Commercio dei 7 Emirati, a cui si aggiunge un numero imprecisato di imprese registrate presso le circa 40 zone franche. La nuova legge in materia di IDE, non ancora operativa, consentira' agli investitori stranieri di detenere in alcuni selezionati settori il 100% del capitale societario, con la conseguente eliminazione del vincolo del 51% detenuto dal partner emiratino, per le imprese operanti al di fuori delle c.d. "free zones" .


Possibilità di incremento dei flussi turistici nei due sensi

La domanda turistica emiratina è caratterizzata da una clientela di lusso, con un livello culturale medio-alto ed una sempre crescente propensione a viaggiare. La composizione demografica molto variegata del Paese (gli Emiratini sono meno del 20% della popolazione residente che proviene invece da oltre 200 Paesi) crea una distinzione tra Emiratini ed “expat” (espatriati). Se gli emiratini vantano uno dei redditi pro-capite piu’ alto al mondo, anche i locali expat amano però viaggiare. In costante aumento anche il flusso di viaggiatori dall'Italia (sia per turismo che per affari).


Prospettive di una maggiore partecipazione italiana al settore finanziario emiratino

Gli EAU si stanno sempre più affermando quale hub finanziario di livello mondiale, non solo nel settore della finanza islamica. La crescente competizione regionale e le più basse prospettive di crescita economica stanno inducendo il sistema bancario - ritenuto sovrappopolato rispetto alle dimensione dell'economia - ad aumentare la propria efficienza attraverso operazioni di fusione e/o di consolidamento In progressivo rafforzamento la presenza finanziaria italiana con la presenza di UBI banca, Unicredit e di IntesaSanPaolo. A questi si aggiunge anche SACE, presente negli EAU dal 2016.


Ultimo aggiornamento: 21/02/2019^Top^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché EMIRATI ARABI UNITI Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in EMIRATI ARABI UNITI

AMBASCIATA ABU DHABICONSOLATO GENERALE DUBAI