Rapporto MAECI – ENIT RUSSIA 2017

Rapporto MAECI – ENIT RUSSIA 2017

È stato pubblicato il Rapporto MAECI – ENIT sul turismo per il 2017 relativo alla Russia.

 

Notizia segnalata da: Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale

Regione di Novosibirsk: Il fatturato delle piccole imprese per il primo semestre del 2016 ha superato  228 miliardi di rubli

Regione di Novosibirsk: Il fatturato delle piccole imprese per il primo semestre del 2016 ha superato 228 miliardi di rubli

Le piccole imprese della regione di Novosibirsk nel primo semestre del 2016 hanno registrato una crescita del fatturato del 122% rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente.

 

Notizia segnalata da: Ufficio ICE

Nuova fabbrica a Ekaterinburg costruita con partners italiani.

Nuova fabbrica a Ekaterinburg costruita con partners italiani.

Nuova fabbrica a Ekaterinburg costruita con partners italiani.

 

Notizia segnalata da: UFFICIO ICE DI MOSCA

Nella Regione di Tyumen vengono realizzati numerosi progetti di società straniere

Nella Regione di Tyumen vengono realizzati numerosi progetti di società straniere

Nella Regione di Tyumen vengono realizzati numerosi progetti di società straniere

 

Notizia segnalata da: UFFICIO ICE DI MOSCA

Nuova fabbrica a Ekaterinburg costruita con partners italiani

Nuova fabbrica a Ekaterinburg costruita con partners italiani

Nel 2012 la societa’ Gidron insieme con i partner italiani ha deciso di costruire una nuova fabbrica per produrre impianti idraulici, per aumentare il volume di vendita degli impianti ai clienti locali.

 

Notizia segnalata da: Ufficio ICE

La societa’ mista italo-russa OBRASTONE aiuta le imprese russe ad acquistare  impianti italiani

La societa’ mista italo-russa OBRASTONE aiuta le imprese russe ad acquistare impianti italiani

La societa’ OBRASTONE e’ distributore esclusivo sul mercato russo delle imprese italiane che producono gli impianti per il settore lapideo.

 

Notizia segnalata da: Ufficio ICE

Homepage RUSSIA

L’Italia è il secondo partner commerciale della Russia in Europa (dopo la Germania) e il quarto a livello mondiale. Secondo dati Eurostat, nel 2013 le esportazioni italiane nella Federazione Russa hanno raggiunto il loro massimo storico, con 10,8 miliardi di Euro.  Il 2014 e il 2015 hanno visto una situazione di deterioramento dell'economia russa che si è  riflessa anche nei dati relativi all’interscambio con il nostro Paese. Secondo i dati delle Dogane russe, le esportazioni italiane sono diminuite nei primi nove mesi del 2015 del 24.3% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno: un crollo verticale che resta in ogni caso inferiore rispetto alla media UE. Il problema per l’export deriva in larga misura dalla svalutazione della valuta nazionale (in misura di quasi il 50% sull’euro rispetto all’inizio del 2015) e solo in misura minore (o settoriale, come nel comparto agroalimentare) il calo è riconducibile direttamente alle sanzioni adottate a seguito della crisi ucraina. Al contempo, il potenziale per il nostro Paese rimane elevato dato che il mercato russo (140 milioni di consumatori) dipende in massima misura dai beni stranieri e l’Italia gode di una favorevole percezione presso i consumatori locali.

Le imprese italiane stabilmente presenti sono oltre 400 di cui circa 70 con stabilimenti produttivi. Si registrano investimenti importanti nel settore energia e presenze industriali di rilievo nei settori ad alta tecnologia quale aerospaziale e telecomunicazioni, negli elettrodomestici, nell’agroalimentare e altri. La disponibilità dell’Italia a rafforzare la cooperazione industriale è testimoniata dalla partecipazione a numerose gare d’appalto. Importante anche la presenza di banche italiane nella Federazione, attualmente otto, in grado di accompagnare le imprese in tutte le fasi della loro presenza nel mercato russo, compresa quella dello start-up. Le misure adottate dall’UE in campo finanziario per limitare l’accesso delle banche pubbliche russe al credito internazionale potrebbero incidere negativamente sugli investimenti di lungo periodo, con possibili effetti diretti sulle importazioni dei macchinari italiani.

Il sistema istituzionale italiano al servizio delle imprese è ben ramificato e opera in una logica unitaria e di stretta collaborazione. 


Perché RUSSIA

Complementariata' dei sistemi economici italiano e russo
Uscita dalla recessione e potenziale di crescita del PIL russo
Opportunità per le imprese italiane offerte dal processo di modernizzazione dell'economia
Favore con il quale il pubblico russo guarda al prodotto italiano
Programmi di sviluppo delle Regioni russe
In dettaglio

Dove investire

  • Energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (anche da fonti rinnovabili)
  • Prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici
  • Sanità e assistenza sociale
  • Altri mezzi di trasporto (navi e imbarcazioni, locomotive e materiale rotabile, aeromobili e veicoli spaziali, mezzi militari)
  • Mobili
In dettaglio

Cosa vendere

  • Macchinari e apparecchiature
  • Mobili
  • Prodotti alimentari
  • Articoli di abbigliamento (anche in pelle e in pelliccia)
  • Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi
In dettaglio

Opportunità d'affari

Logo Extender

Prossime attività promozionali

Inizio EventoFine EventoLuogo Ente promotoreAttività promozionale
10/12/201611/12/2016VeronaAgenzia ICE MoscaINCOMING ARTICOLI SPORTIVI

Tutte le attività promozionali
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché RUSSIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia