Accordo FEI - Equa Bank a sostegno delle piccole e medie imprese ceche

Accordo FEI - Equa Bank a sostegno delle piccole e medie imprese ceche

Accordo FEI-Equa Bank a sostegno delle piccole e medie imprese

 

Notizia segnalata da: Ambasciata d'Italia a Praga

Gara d'appalto per lavori di manutenzione di una tranche dell'autostrada D1 nella Regione della Boemia centrale

Gara d'appalto per lavori di manutenzione di una tranche dell'autostrada D1 nella Regione della Boemia centrale

Gara di appalto per lavori di manutenzione di una tranche dell'autostrada D1

 

Notizia segnalata da: Ambasciata d'Italia

5 bandi di gara di appalti autostradali

5 bandi di gara di appalti autostradali

Prossima pubblicazione di cinque nuove gare di appalti autostradali.

 

Notizia segnalata da: Ambasciata d'Italia a Praga

Homepage REP.CECA

I rapporti bilaterali tra Italia e Repubblica Ceca sono tradizionalmente ottimi e l'Italia gode da sempre di una notevole considerazione tra i praghesi sia dal punto di vista turistico e culturale che da quello economico e commerciale. Il saldo della bilancia commerciale tra Italia e Repubblica Ceca, registra, a partire dal 2006, un crescente surplus a favore della Repubblica Ceca. L’interscambio negli ultimi anni è aumentato in maniera esponenziale fino al 2008. Nel 2009 la crisi economica mondiale ha fatto sentire i suoi effetti negativi anche sugli scambi bilaterali con l’Italia (-23,5%), ma le condizioni competitive del Made in Italy e la reattività della nostra industria, volta verso produzioni di maggiore qualità, hanno favorito  il trend in crescita già dall’anno successivo (+18,9%). Il commercio estero tra la Repubblica Ceca e l’Italia, secondo il sistema armonizzato, è basato sull’interscambio di macchinari ed apparecchiature, prodotti della metallurgia, autoveicoli, rimorchi e semirimorchi, prodotti chimici e prodotti in metallo. L'interscambio commerciale con l'Italia presenta nel 2015 un valore di  circa 10,5 miliardi di euro. L'export italiano verso il Paese registra un incremento di +11%, mentre le importazioni italiane presentano un aumento del 8,8%. La crescita dell'interscambio consolida l'Italia alla sesta posizione nella classifica dei maggiori partners commerciali. In realtà, la quota italiana è superiore a quella risultante dalle statistiche, perchè molti prodotti italiani vengono importati nel Paese da rappresentanze di ditte italiane situate in Austria o Svizzera e pertanto vengono classificate come esportazioni di quei paesi.

Numerose le manifestazioni organizzate nel 2015 all'insegna della cultura, della creatività, della promozione dell'immagine "Italia" e del buon gusto del Made in Italy in Repubblica Ceca, tra cui l'importante appuntamento dell'EXPO di Milano. Faranno seguito nel 2016 altrettante iniziative affiancate inoltre da una serie di workshop e seminari dedicati a diversi settori (turismo, aerospaziale, cybersecurity, nuove tecnologie, green economy).

In merito alle opportunità e prospettive di sviluppo degli investimenti, la Repubblica Ceca offre indubbiamente interessanti prospettive per gli investitori stranieri quali: la posizione geografica strategica in Europa centro-orientale, la manodopera qualificata e figure altamente specializzate a costi inferiori alla media europea, il quadro sostanzialmente buono delle infrastrutture, la facilità di accesso al credito, le agevolazioni fiscali di incentivo per  nuovi investimenti a beneficio del sistema produttivo. Gli investimenti italiani diretti in Repubblica Ceca nel 2014 sono pari al 2,9% del totale e non corrispondono pienamente alla nostra forza come partner commerciale. Tuttavia, come per i dati riguardanti le importazioni, è necessario sottolineare che spesso gli investimenti vengono sottovalutati in quanto realizzati attraverso consociate estere di società italiane e quindi il flusso è registrato come proveniente da altri paesi: tale fenomeno è stato evidenziato da indagini effettuate tramite banche locali e rilevazioni dirette presso gli investitori italiani presenti in Repubblica Ceca. Gli investimenti italiani in Repubblica Ceca sono concentrati soprattutto nei comparti manufatturiero, chimica, ingegneria, materie plastiche e automotive (principale settore che ha dimostrato negli ultimi anni crescenti capacità competitive nel contesto europeo). Fra i grandi gruppi italiani presenti, che godono di consolidate posizioni sul mercato praghese: Ariston, Indesit, Candy, Comdata, De Longhi, Ferrero, Iveco, Italinox, Acerbis, Beghelli, Brembo, Siad e Mapei. Nel settore finanziario sono presenti con proprie filiali Unicredit e la Banca Intesa San Paolo.


Perché REP.CECA

Presenza di manodopera qualificata a costi inferiori alla media europea con alti livelli di produttivita'
Politica industriale e fiscale favorevole agli investimenti stranieri
Buona disponibilita' di credito da parte del sistema bancario
Solidita' dell'economia e buone prospettive di crescita
Centralita' geografica e buona rete infrastrutturale in continuo sviluppo
In dettaglio

Dove investire

  • Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi
  • Macchinari e apparecchiature
  • Attività amministrative e di servizi di supporto
  • Servizi di informazione e comunicazione
  • Costruzioni
In dettaglio

Cosa vendere

  • Prodotti alimentari
  • Bevande
  • Articoli di abbigliamento (anche in pelle e in pelliccia)
  • Mobili
  • Macchinari e apparecchiature
In dettaglio

Opportunità d'affari

Logo Extender

Prossime attività promozionali

Inizio EventoFine EventoLuogo Ente promotoreAttività promozionale
Nessuna attività promozionale programmata

Tutte le attività promozionali
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché REP.CECA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia