Rapporto MAECI – ENIT ESTONIA 2017

Rapporto MAECI – ENIT ESTONIA 2017

È stato pubblicato il Rapporto MAECI – ENIT sul turismo per il 2017 relativo all'Estonia.

 

Notizia segnalata da: Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale

Settore bancario. Programma per la fusione tra gli istituti Nordea e DNB

Settore bancario. Programma per la fusione tra gli istituti Nordea e DNB

Il programma è stato reso noto dai due gruppi finanziari Nordea e DNB tra i più importanti della regione nordica già operanti in Estonia.

 

Notizia segnalata da: Ambasciata d'Italia - Tallinn

Turismo. In aumento le presenze dei clienti non residenti nelle strutture ricettive.

Turismo. In aumento le presenze dei clienti non residenti nelle strutture ricettive.

Nel secondo trimestre del corrente anno oltre 1,6 milioni di turisti stranieri hanno visitato l'Estonia. Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno il flusso dei non residenti ha registrato un aumento di 4 punti percentuali.

 

Notizia segnalata da: Ambasciata d'Italia Tallinn

Andamento della produzione industriale.

Andamento della produzione industriale.

A maggio 2016 la produzione industriale ha registrato un aumento dell'1% sull'anno (+1% ad aprile scorso).

 

Notizia segnalata da: Ambasciata d'Italia - Tallinn

Andamento delle vendite nel commercio al dettaglio.

Andamento delle vendite nel commercio al dettaglio.

Il dato destagionalizzato e corretto per gli effetti di calendario relativo al mese di maggio 2016 attesta un aumento delle vendite su base mensile dell'1%.

 

Notizia segnalata da: Ambasciata d'Italia - Tallinn

Gasdotto “Balticconnector”.

Gasdotto “Balticconnector”.

Approvata la proposta della Commissione Europea relativa al finanziamento di 187,5 milioni di Euro per la realizzazione del progetto.

 

Notizia segnalata da: Ambasciaia d'Italia - Tallinn

Homepage ESTONIA

I rapporti bilaterali italo-estoni sono eccellenti in tutte le loro articolazioni. Dal punto di vista politico, essi si sono sviluppati anche grazie ad una serie di visite tra cui quella del Presidente della Repubblica Ciampi il 20-21 aprile 2004 in restituzione della visita del Presidente Rüütel a Roma del 20-22 novembre 2002 a quella del Presidente Ilves del 14-15 luglio 2009. Qualificati i rapporti bilaterali anche a livello parlamentare. Nel Parlamento estone è stato creato dal 1993 un gruppo di amicizia italo-estone composto da deputati in rappresentanza di tutti e quattro i partiti presenti in Parlamento. Da segnalare inoltre che l’Italia, che non aveva mai formalmente riconosciuto la sovranità sovietica sui Paesi baltici dopo l’occupazione di questi ultimi, ha prontamente preso atto della riacquisita indipendenza, inviando sin dal 1991 un Ambasciatore a Tallinn, ed ha poi dato il suo appoggio alla richiesta estone di ammissione all’Unione Europea ed alla NATO. L'attuale Ambasciatore Marco Clemente ha iniziato il suo mandato nel dicembre 2012.

La nostra presenza imprenditoriale in Estonia in cui si registra una partecipazione societaria è assicurata da poco più di 350 imprese di diritto locale. I settori in cui l’iniziativa italiana si è manifestata sono concentrati fondamentalmente nel commercio all’ingrosso e al dettaglio, nelle attività professionali, scientifiche e tecniche e nelle attività immobiliari.

Le relazioni in campo culturale tra Italia ed Estonia sono disciplinate dall’Accordo sulla Cooperazione culturale, scientifica e tecnologica firmato il 22 maggio 1997 a Tallinn ed in vigore dal 30 gennaio 2000. Per ciò che riguarda la diffusione della lingua italiana, vi è  presso l'Università di Tallinn un corso di laurea in lingua italiana che registra ogni anno sempre più iscrizioni. Il lettorato di ruolo presso l’Università di Tartu dopo 20 anni concluderà nel 2015 l'attività in Estonia.

La collettività italiana residente in Estonia ed iscritta negli schedari consolari (AIRE) dell’Ambasciata alla data dell'ultima verifica (2 maggio 2016) era di 389 unità (familiari compresi). Circa il 70% dei cittadini italiani residenti in Estonia si è stabilita nel Paese a seguito di matrimonio o convivenza con cittadini estoni. Il restante 30% si è trasferito nel paese indipendentemente da legami familiari. Le attività lavorative sono concentrate nel settore del commercio, dei servizi immobiliari e di consulenza. Gli emigrati più giovani tendono ad essere impiegati nel campo dell’informatica.

 


Perché ESTONIA

Tecnologie dell'informazione e diffusione (ampia) della lingua inglese e (piu' ridotta) di quella italiana
Buona posizione geografica
Sistema impositivo vantaggioso
Stabilita' politica
Positivi indici su libertà economica, competitività e regolamentazione d'impresa
In dettaglio

Dove investire

  • Servizi di informazione e comunicazione
  • Computer e prodotti di elettronica e ottica; apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi
  • Altri mezzi di trasporto (navi e imbarcazioni, locomotive e materiale rotabile, aeromobili e veicoli spaziali, mezzi militari)
  • Costruzioni
  • Legno e prodotti in legno e sugheri (esclusi i mobili); articoli in paglia e materiali da intreccio
In dettaglio

Cosa vendere

  • Macchinari e apparecchiature
  • Apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche
  • Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi
  • Articoli di abbigliamento (anche in pelle e in pelliccia)
  • Prodotti chimici
In dettaglio

Opportunità d'affari

Logo Extender

Prossime attività promozionali

Inizio EventoFine EventoLuogo Ente promotoreAttività promozionale
08/05/201711/05/2017MilanoICE - Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italianeTUTTOFOOD

Tutte le attività promozionali
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché ESTONIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia