Aggiornamenti sul volume di traffico al porto di Anversa

Aggiornamenti sul volume di traffico al porto di Anversa

Il porto di Anversa, il secondo maggiore in Europa, ha superato per la prima volta nella sua storia il valore di 200 milioni di tonnellate cargo trattate. Questa statistica emerge dal rapporto pubblicato dal porto sull'attività relativa al 2015.

 

Notizia segnalata da: Ambasciata d'Italia

Il PIL del Belgio aumenta dell'1,2% nel 2016

Il PIL del Belgio aumenta dell'1,2% nel 2016

Secondo il Servizio di Pianificazione Economica del Governo federale belga, il PIL del Belgio dovrebbe crescere dell'1,2% nel 2016.

 

Notizia segnalata da: Ambasciata d'Italia

BELGIO: UN MERCATO DINAMICO PER L'EXPORT ITALIANO ANCHE NEL 2015

BELGIO: UN MERCATO DINAMICO PER L'EXPORT ITALIANO ANCHE NEL 2015

Secondo dati ACE – Agence pour le Commerce Extérieur (Belgio), nei primi 9 mesi del 2015, l'interscambio complessivo di beni tra l'Italia e il Belgio ha confermato il suo andamento molto positivo, raggiungendo i 23 mld di Euro.

 

Notizia segnalata da: ICE Bruxelles

Andamento del tasso di risparmio in Belgio

Andamento del tasso di risparmio in Belgio

Secondo le ultime statistiche della Banca Centrale belga, il tasso di risparmio medio dei cittadini belgi è stato pari nel 2014 al 12,56% del reddito disponibile.

 

Notizia segnalata da: Ambasciata d'Italia

La Banca Nazionale del Belgio pubblica gli indicatori economici aggiornati.

La Banca Nazionale del Belgio pubblica gli indicatori economici aggiornati.

La Banca Nazionale del Belgio ha pubblicato gli indicatori economici aggiornati sull'economia belga. Per il 2016 si prevede un aumento del PIL pari a 1,3%.

 

Notizia segnalata da: Ambasciata d'Italia

Previsioni per il PIL belga nel 2015 e 2016

Previsioni per il PIL belga nel 2015 e 2016

L'Istituto di Statistica della Regione Vallonia IWEPS prevede un tasso di crescita del PIL belga pari a +1,2% nel 2015 e +1,5% nel 2016.

 

Notizia segnalata da: Ambasciata d'Italia

Homepage BELGIO

Il Belgio, grazie alla sua posizione geografica nel cuore dell'Europa, ha un'economia molto aperta agli scambi e rappresenta un importante partner economico per l'Italia, soprattutto nelle relazioni commerciali.

Infatti, secondo i dati ISTAT, anche nel 2014 il Belgio si conferma come il 9° partner commerciale a livello mondiale per l’Italia ed il mercato che ha registrato la maggiore dinamicità, divenendo il 7° mercato di sbocco per le nostre esportazioni, dopo Germania, Francia, Stati Uniti, Regno Unito, Svizzera e Spagna.

Nel 2014, l’interscambio complessivo di beni tra l’Italia e il Belgio ha registrato un andamento molto positivo, raggiungendo i 28,3 mld di Euro, con un incremento del 7,86% rispetto al 2013. Le esportazioni italiane verso il Belgio hanno raggiunto 13,2 mld di euro con una crescita del 16%. Tale andamento assume un particolare rilievo, considerato che nel 2014 le importazioni del Belgio dai Paesi Ue sono diminuite e tutti i principali partner commerciali europei hanno perso quote di mercato. Le importazioni italiane dal Belgio hanno raggiunto i 15,1 mld di Euro con una crescita dell'1,6%.

Il saldo della bilancia commerciale resta negativo per 1,8 mld di €, ma in netto miglioramento rispetto al 2013 (-6,7%).

Relativamente agli investimenti esteri, secondo le fonti Eurostat disponibili, nel 2012 il Belgio rappresentava il 9° paese di destinazione degli investimenti diretti esteri provenienti dall’Italia e il 6° paese di provenienza degli investimenti diretti esteri in Italia.

Gli stock di investimenti diretti esteri (IDE) in entrata in Italia dal Belgio ammontavano a 16.320 milioni di Euro (rispetto ai 17.213 milioni di Euro del 2011, con una variazione del -5,19% ), a fronte di IDE in uscita verso il Belgio pari a 11.176 milioni di Euro (rispetto ai 14.290 milioni di Euro nel 2011 con una variazione del -21,69% ).

A livello di flussi, i dati Eurostat disponibili sempre al 2012 sono entrambi negativi (rispetto all’andamento positivo del 2011). Il flusso di IDE in entrata dall’Italia  è pari a  -1.029 milioni di euro ed il flusso di IDE in uscita verso l’Italia di -3.611 milioni di Euro.

I principali gruppi italiani in Belgio maggiormente rappresentativi e con investimenti di una certa rilevanza.sono: AUTOGRILL, ARISTON THERMO, BELTRAME, CASE NEW HOLLAND, CARTIERE BURGO, DUFERCO, ENI, ENEL, EXOR, FERRERO, FERROVIE DELLO STATO, FENZI, FIAT, FINMECCANICA, FINKO, GENERALI, GRIMALDI, ITALCEMENTI, MAPEI, MENARINI, MONTE DEI PASCHI, PASTIFICIO RANA, POLIMERI EUROPA, RIVA FIRE, SAVE,SOFIDEL, STMICROELECTRONICS,


Perché BELGIO

Nel cuore dell'’Europa: logistica e trasporti
Un’'economia export-led
Favorevoli condizioni legislative e fiscali
Parchi scientifici
Aiuti alla Ricerca e Sviluppo
In dettaglio

Dove investire

  • Prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici
  • Energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (anche da fonti rinnovabili)
  • Trasporto e magazzinaggio
  • Altri mezzi di trasporto (navi e imbarcazioni, locomotive e materiale rotabile, aeromobili e veicoli spaziali, mezzi militari)
  • Attività professionali, scientifiche e tecniche
In dettaglio

Cosa vendere

  • Prodotti chimici
  • Prodotti delle miniere e delle cave
  • Macchinari e apparecchiature
  • Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi
  • Prodotti della metallurgia
In dettaglio

Opportunità d'affari

Logo Extender

Prossime attività promozionali

Inizio EventoFine EventoLuogo Ente promotoreAttività promozionale
Nessuna attività promozionale programmata

Tutte le attività promozionali
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché BELGIO Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia