Buenos Aires prepara gara per progetti anti-alluvioni

Buenos Aires prepara gara per progetti anti-alluvioni

Il governo della provincia di Buenos Aires convocherà entro l'anno gare d'appalto per 15 miliardi di pesos (circa un miliardo di dollari) per progetti destinati a mitigare l'impatto delle inondazioni.

 

Notizia segnalata da: Internationalia www.internationalia.org

Riattivato collegamento ferroviario con il Cile

Riattivato collegamento ferroviario con il Cile

opo otto anni è stato finalmente riattivato il collegamento ferroviario fra Argentina e Cile, grazie a un accordo sottoscritto fra l'azienda nazionale Belgrano Cargas y Logística e la cilena Ferronor.

 

Notizia segnalata da: Internationalia www.internationalia.org

Parte progetto di rinnovamento rete ferroviaria nazionale

Parte progetto di rinnovamento rete ferroviaria nazionale

Sotto la supervisione della Administración de Infraestructuras Ferroviarias, è cominciata la prima tappa per l’assegnazione dei lavori per la costruzione del primo tratto di ferrovia nelle province di Santa Fe, Chaco e Santiago del Estero.

 

Notizia segnalata da: Internationalia www.internationalia.org

Incentivi al settore, governo cerca investimenti in rinnovabili

Incentivi al settore, governo cerca investimenti in rinnovabili

Il governo di Buenos Aires attende fino a 20 miliardi di investimenti in energie rinnovabili grazie alla nuova legge e agli incentivi fiscali al settore.

 

Notizia segnalata da: Internationalia www.internationalia.org

Energia, elettricità dalle rinnovabili entro il 2025

Energia, elettricità dalle rinnovabili entro il 2025

Il governo di Buenos Aires si è prefissato di raggiungere con fonti rinnovabili il 100% della nuova generazione di energia elettrica entro il 2025.

 

Notizia segnalata da: Internationalia www.internationalia.org

Nuove regole per le rinnovabili

Nuove regole per le rinnovabili

Il governo di Buenos Aires ha regolamentato la nuova legge sulle energie rinnovabili, elette dal presidente Mauricio Macri fra le priorità della sua amministrazione.

 

Notizia segnalata da: Internationalia www.internationalia.org

Homepage ARGENTINA

L’interscambio italo-argentino per il 2014 mostra un calo dell’export argentino verso l’Italia con 1.094,7 milioni di USD (-6,3%) ed una sostanziale tenuta delle nostre esportazioni con 1.513,2 milioni di USD (-2,3%). Il volume complessivo dell’interscambio, pertanto, è passato dai 2.894,1 milioni di USD nel 2013 ai 2.722,5 milioni di USD nel 2014, con un saldo -  per il terzo anno in crescita - della bilancia commerciale a favore del nostro paese di 534 milioni di USD, +11 %  rispetto ai 497 milioni di USD del 2013.

Quanto ai settori merceologici l´Italia ha esportato principalmente macchine, apparecchi e materiale elettrico, prodotti chimici ed affini, metalli comuni e materiali da trasporto, mentre ha importato dall´Argentina soprattutto prodotti di origine animale ed alimentari. Nel dettaglio (fonte INDEC) l´export italiano verso l´Argentina registra una crescita nei seguenti settori: macchine, apparecchiature e materiale elettrico (+4%), metalli comuni e derivati (+36%), prodotti minerali (+40%), prodotti di origine vegetale (+11%),  animali vivi e prodotti di origine animale (+159% su valori sotto il milione di USD). Si registra invece un calo nei seguenti settori: materiali da trasporto (-53%), manufatti di pietra, ceramica e vetro (-6%), plastica e gomma e relativi manufatti (-16%), pasta di legno carta e cartone (-23%), materiali tessili(-16%).

Per quanto riguarda le importazioni italiane dall’Argentina, si evidenzia una crescita nei seguenti comparti: prodotti di origine vegetale (+17%), plastica, gomma e derivati (+3%). Cala invece l’import italiano in tutti gli altri settori: prodotti alimentari, bevande e tabacco (-4%), animali vivi e prodotti di origine animale (-8%), prodotti delle industrie chimiche  (-16%), metalli comuni e loro manufatti (-29%), pelli cuoio e manufatti (-32%; eccetto calzature).

La disamina merceologica dell’interscambio tra Italia ed Argentina mostra come circa il 90% delle esportazioni italiane sia composto da prodotti industriali (beni strumentali 36%, beni intermedi 29%, parti ed accessori per beni strumentali 25%), con i beni di consumo ridotti a meno del 10%.

 


Perché ARGENTINA

Reperibilitá materie prime
Popolazione che supera i 40 milioni di abitanti
Necessitá di sviluppare le infrastrutture
Disponibilitá di una diversificata industria locale
Mercato regionale
In dettaglio

Dove investire

  • Prodotti alimentari
  • Energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (anche da fonti rinnovabili)
  • Prodotti della metallurgia
  • Prodotti delle miniere e delle cave
  • Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi
In dettaglio

Cosa vendere

  • Macchinari e apparecchiature
  • Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi
  • Apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche
  • Altri mezzi di trasporto (navi e imbarcazioni, locomotive e materiale rotabile, aeromobili e veicoli spaziali, mezzi militari)
  • Fornitura di acqua; reti fognarie, attività di trattamento dei rifiuti e risanamento
In dettaglio

Opportunità d'affari

Logo Extender

Prossime attività promozionali

Inizio EventoFine EventoLuogo Ente promotoreAttività promozionale
Nessuna attività promozionale programmata

Tutte le attività promozionali
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché ARGENTINA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia