X Chiudi


Consorzio con Saipem e Nuovo Pignone incaricato di costruire raffineria in Uganda

Consorzio con Saipem e Nuovo Pignone incaricato di costruire raffineria in Uganda

Il governo di Kampala ha siglato un accordo quadro per la costruzione della sua prima raffineria petrolifera con un consorzio di cui fanno parte anche Saipem e Nuovo Pignone International, sussidiaria in Italia della statunitense General Electric.

 

Notizia segnalata da: InfoAfrica www.infoafrica.it

Annunciati cinque impianti per produrre energia dai rifiuti

Annunciati cinque impianti per produrre energia dai rifiuti

Il governo di Kampala ha annunciato la prossima costruzione di cinque impianti per la produzione di energia elettrica dai rifiuti urbani nei distretti di Arua, Jinja, Mbale , Mbarara e Masaka.

 

Notizia segnalata da: InfoAfrica www.infoafrica.it

Città satellite alle porte di Kampala, il governo cerca investitori privati

Città satellite alle porte di Kampala, il governo cerca investitori privati

Il progetto di una futura città satellite alle porte della capitale Kampala è stato svelato dal ministro di Stato per lo sviluppo urbano, Isaac Musumba.

 

Notizia segnalata da: InfoAfrica www.infoafrica.it

Università di Bologna sigla nuovi accordi e collaborazioni in Camerun e Uganda

Università di Bologna sigla nuovi accordi e collaborazioni in Camerun e Uganda

L’Alma Mater Studiorum Università di Bologna ha siglato una serie di accordi di collaborazione con importanti università e centri di ricerca in Camerun e in Uganda.

 

Notizia segnalata da: InfoAfrica www.infoafrica.it

Parlamento approva richiesta di finanziamento britannico per futuro aeroporto di Kabaale

Parlamento approva richiesta di finanziamento britannico per futuro aeroporto di Kabaale

Si è fatto un passo avanti verso la costruzione di un aeroporto internazionale a Kabaale con l’approvazione in sede parlamentare della richiesta governativa di un prestito di 364 milioni di dollari presso due istituzioni finanziarie britanniche.

 

Notizia segnalata da: InfoAfrica www.infoafrica.it

LA CINA INVESTE NELLE OPPORTUNITA' IN UGANDA

LA CINA INVESTE NELLE OPPORTUNITA' IN UGANDA

I benefici dell'integrazione sempre piu' stretta in seno alla EAC e l'aumento della domanda interna rendono il mercato ugandese sempre piu' appetibile. La Cina, tramite Exim Bank, ne coglie le opportunita' con investimenti nel settore infrastrutture.

 

Notizia segnalata da: Ambasciata d'Italia

Homepage UGANDA

L'emergere dell'Africa Orientale quale una delle aree a maggior tasso di sviluppo dell'Africa Sub-sahariana crea un quadro favorevole all'ingresso di nuove imprese italiane in un mercato interno e regionale in espansione ed integrazione: in particolare, l'apartenenza dell'Uganda all'East African Community (connotata da una cresciente integrazione dogannale e fiscale, delle normative e dei fattori di produzione, e da un progetto d'integrazione monetaria da conseguire nel prossimo quinquennio) apre le porte ad un piu' ampio mercato formato da oltre 150 milioni di consumatori in Uganda, Kenya, Tanzania, Ruanda e Burundi.

La presenza italiana in Uganda e’ fortemente riconosciuta ed apprezzata, fungendo da moltiplicatore per le relazioni commerciali, che hanno visto tradizionalmente come settore privilegiato quello delle infrastrutture.

I settori che paiono al momento offrire maggiori opportunita' per il nostro sistema imprenditoriale, e in particolare per le piccole e medie imprese, comprendono: turismo; opere civili e stradali; energie rinnovabili; perforazione di pozzi; meccanica e falegnameria; ristorazione e alloggio; attivita’ commerciali (generi alimentari, caffe’, ascensori, infissi in aluminio, macchine per lavorazione del legno, marmo e granito).

Sono attivi accordi bilaterali per la promozione e protezione degli investimenti e sulle doppie tassazioni.

In Uganda e' attivo un Business Club Italia, fondato nel 2012, che riunisce molti delle imprese italiane nel Paese con l'obiettivo di creare sinergie e promuovere eventi ed iniziative a carattere fieristico e promozionale.

Competenti per il Paese sono l'Ufficio ICE di Addis Abeba e l'Uffico SACE di Nairobi.

Sebbene il valore degli investimenti diretti italiani (imprese miste, partecipazioni e acquisizioni) in Uganda sia ancora limitato, gli indicatori politici ed economici del Paese appaiono al momento particolarmente promettenti per le imprese italiane. L'interscambio commerciale tra Italia e Uganda negli ultimi tre anni è aumentato del 45% , confermando un trend positivo che dura da diversi anni.


Perché UGANDA

Relazioni tra Italia e Uganda
Economia Aperta e Stabile
Sostegno del Governo al Settore Privato e Incentivi agli Investimenti
Facile accesso ai mercati regionali ed internazionali
Risorse Naturali e Estrattive
In dettaglio

Dove investire

  • Prodotti dell'agricoltura, pesca e silvicoltura
  • Energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (anche da fonti rinnovabili)
  • Costruzioni
  • Macchinari e apparecchiature
  • Prodotti alimentari
In dettaglio

Cosa vendere

  • Prodotti alimentari
  • Macchinari e apparecchiature
  • Prodotti della metallurgia
  • Prodotti chimici
  • Mobili
In dettaglio

Opportunità d'affari

Logo Extender

Prossime attività promozionali

Inizio EventoFine EventoLuogo Ente promotoreAttività promozionale
Nessuna attività promozionale programmata

Tutte le attività promozionali
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché UGANDA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia