Espansione di Mlimani City, sul tavolo 100 milioni di dollari

Espansione di Mlimani City, sul tavolo 100 milioni di dollari

Il progetto di espansione di Mlimani City, in Tanzania, ammonterà a 100 milioni di dollari. Attorno all’area commerciale di questa zone di Dar es Salaam saranno realizzate ville, un distretto finanziario e aree attrezzate.

 

Notizia segnalata da: InfoAfrica www.infoafrica.it

Statistica per lo sviluppo, formazione con docenti universitari italiani

Statistica per lo sviluppo, formazione con docenti universitari italiani

Si è tenuta nei giorni scorsi la lezione inaugurale di un progetto di cooperazione che prevede l’invio in missione di docenti delle università di Roma La Sapienza e di Padova per attività di formazione teorica e pratica in ambito statistico.

 

Notizia segnalata da: InfoAfrica www.infoafrica.it

Aggiornamenti oleodotto tra l'Uganda e la Tanzania

Aggiornamenti oleodotto tra l'Uganda e la Tanzania

Aggiornamenti oleodotto tra l'Uganda e la Tanzania

 

Notizia segnalata da: Ambasciata d'Italia - Dar es Salaam

Piano del Governo per migliorare la sicurezza in 8 aeroporti del paese per un valore di 180 miliardi  di scellini Tz.

Piano del Governo per migliorare la sicurezza in 8 aeroporti del paese per un valore di 180 miliardi di scellini Tz.

Piano del Governo per migliorare la sicurezza in 8 aeroporti del paese per un valore di 180 miliardi di scellini Tz.

 

Notizia segnalata da: Ambasciata d'Italia Dar es Salaam

Piano di costruzione di porti e retroporti (dry port) per facilitare la movimentazione delle merci in transito

Piano di costruzione di porti e retroporti (dry port) per facilitare la movimentazione delle merci in transito

Piano di costruzione di porti retroportuali (dry port) per facilitare la movimentazione delle merci in transito

 

Notizia segnalata da: Ambasciata d'Italia Dar es Salaam

Centrale idroelettrica di Stiegler’s Gorge, aperta la gara

Centrale idroelettrica di Stiegler’s Gorge, aperta la gara

E’ aperta la gara internazionale per la realizzazione della centrale idroelettrica di Stiegler’s Gorge sul fiume Rufiji, un centinaio di chilometri a sud di Dar es Salaam.

 

Notizia segnalata da: InfoAfrica www.infoafrica.it

Homepage TANZANIA

La presenza economica italiana nel Paese è legata in primo luogo agli investimenti turistici sull’isola di Zanzibar (giunti ad un ammontare di 100 milioni di euro nel 2014), ma si estende anche ai settori delle infrastrutture e delle costruzioni e del trattamento dei prodotti della pesca. Investimenti di più lieve entità, ad opera di piccole e medie imprese, sono effettuati anche nei settori minerario e dei servizi. Possibilità di sviluppo esistono nei settori agroalimentare, delle energie rinnovabili, dell’edilizia pubblica sostenibile e minerario. La strategia del governo tanzano apre considerevoli possibilità anche nei settori del potenziamento della rete idrica ed elettrica e nei trasporti.

L’interscambio commerciale tra i due Paesi si concentra storicamente sulle esportazioni di macchinari, motori e prodotti in metallo dall’Italia e sull’importazione di materie prime, prodotti ittici e agricoli dalla Tanzania. I dati del 2015 indicano una netta ripresa dell’interscambio tra i due paesi: le esportazioni italiane sono ammontate a 91,4 milioni di Euro, le importazioni a 39,2 milioni. Rispetto ai dati relativi all’anno precedente si registra un incremento dell’interscambio pari al 35%.

Il governo del presidente Magufuli (in carica dal novembre 2015) ha posto più volte l’accento sulla necessità per il Paese di diversificare i propri partner commerciali e di aprirsi a nuovi investitori. Si percepisce l’auspicio di una maggiore presenza italiana che nei decenni passati è stata assai rilevante e caratterizzata dalla presenza di grandi imprese quali Astaldi, Agip, Salini Impregilo, Saipem. L'obiettivo del governo è l'industrializzazione della Tanzania, attraverso forti investimenti in infrastrutture (vedi bilancio 2016-17). Nei vari progetti si segnalano l'espansione della rete stradale, il rinnovamento delle ferrovie, che risalgono all'epoca coloniale, l'espansione del porto di Dar es Salaam e la creazione di un nuovo porto a Bagamoyo, l'elettrificazione delle zone rurali, anche con l'impiego di tecnologia rinnovabile, l'incoraggiamento al turismo internazionale, l'enfasi sulla formazione tecnica e professionale, tutte aree in cui le aziende italiane potrebbero dare un forte contributo.

 

 

 


Perché TANZANIA

Stabilità politica e alto potenziale di crescita.
Posizione geografica strategica
Ricchezza di risorse naturali.
Investimenti e agevolazioni
Importanza del Paese per l'Italia
In dettaglio

Dove investire

  • Prodotti dell'agricoltura, pesca e silvicoltura
  • Flussi turistici
  • Macchinari e apparecchiature
  • Energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (anche da fonti rinnovabili)
  • Prodotti delle altre industrie manufatturiere
In dettaglio

Cosa vendere

  • Costruzioni
  • Mobili
  • Apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche
  • Servizi di informazione e comunicazione
  • Macchinari e apparecchiature
In dettaglio

Opportunità d'affari

Logo Extender

Prossime attività promozionali

Inizio EventoFine EventoLuogo Ente promotoreAttività promozionale
Nessuna attività promozionale programmata

Tutte le attività promozionali
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché TANZANIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia