Ponte a Rosso, siglato accordo per prestito AfDB

Ponte a Rosso, siglato accordo per prestito AfDB

Ha un valore economico pari a 9,6 milioni di euro la convenzione siglata tra il governo di Dakar e la Banca africana di sviluppo per la concessione di un prestito destinato a finanziare parte dei lavori di costruzione di un ponte sul fiume Senegal.

 

Notizia segnalata da: InfoAfrica www.infoafrica.it

Inaugurato impianto per produrre combustibile dal recupero dei rifiuti

Inaugurato impianto per produrre combustibile dal recupero dei rifiuti

E' stato inaugurato ufficialmente a Nguekokh, una sessantina di chilometri a sud-est della capitale Dakar, il primo impianto in Senegal capace di produrre combustibile diesel dal recupero di pneumatici usati e rifiuti plastici.

 

Notizia segnalata da: InfoAfrica www.infoafrica.it

In Senegal il settore ICT è il più sviluppato dell’Africa occidentale

In Senegal il settore ICT è il più sviluppato dell’Africa occidentale

Il Senegal è il Paese dell'Africa occidentale dove il settore delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (ICT) è comparativamente più sviluppato in relazione al contributo che fornisce al prodotto interno lordo.

 

Notizia segnalata da: InfoAfrica www.infoafrica.it

Progetti di acquacoltura nella regione di Matam

Progetti di acquacoltura nella regione di Matam

Tre progetti di acquacoltura saranno realizzati nella regione di Matam.

 

Notizia segnalata da: InfoAfrica www.infoafrica.it

Infrastrutture elettriche, finanziamento da BEI per 75 milioni di euro

Infrastrutture elettriche, finanziamento da BEI per 75 milioni di euro

La Banca europea per gli investimenti (BEI) ha concesso un finanziamento da 75 milioni di euro all’azienda di stato senegalese per l’Energia elettrica, Senelec.

 

Notizia segnalata da: InfoAfrica www.infoafrica.it

Fondi europei per infrastrutture agricole in Casamance

Fondi europei per infrastrutture agricole in Casamance

Un fondo pari a 47 milioni di dollari è stato concesso dall’Agenzia francese di cooperazione (Afd) per finanziare il progetto Tiers Sud/Beydaare, nella regione senegalese di Casamance.

 

Notizia segnalata da: InfoAfrica www.infoafrica.it

Homepage SENEGAL

I rapporti politici bilaterali sono tradizionalmente eccellenti e in fase di ulteriore sviluppo e consolidamento, sul piano politico, economico e della cooperazione allo sviluppo. Ciò anche in virtù della presenza in Italia di una delle maggiori comunità senegalesi in Europa.

Intense e proficue sono anche le relazioni degli Enti Locali con le autorità senegalesi; le Regioni più attive nella cooperazione decentrata con il Senegal sono Piemonte, Veneto, Toscana ed Emilia Romagna.

Dal punto di vista economico e commerciale si segnala l'interesse del mercato senegalese per i prodotti italiani, sia per il  vantaggioso rapporto qualità/prezzo (in particolare per quanto concerne i settori delle infrastrutture e dell’edilizia), sia per l'influenza della consistente comunità senegalese in Italia.

In generale, l’imprenditoria italiana in Senegal è caratterizzata dalla predominante presenza di piccole società miste, dedite soprattutto ad attività di import-export nel settore dei prodotti ittici freschi e congelati, della loro prima trasformazione e dei materiali da costruzione. Spiccano poi alcune industrie di medie dimensioni (produzione di cloro per purificazione idrica, conceria, profilati di alluminio, lavorazione del vetro) e varie società di import/export di vari articoli.

Sono presenti importanti compagnie di navigazione  (Messina, MSC e Grimaldi, con uffici in loco), che coprono, a partire da Dakar, i traffici commerciali con la regione dell’Africa occidentale e tra l’Europa ed il sud-America. Non sono presenti in Senegal filiali di banche italiane. Esistono tuttavia banche internazionali francesi che hanno corrispondenti italiani.

L'Italia è particolarmente attiva anche sul fronte della cooperazione allo sviluppo, con particolare riferimento a specifiche aree di intervento quali lo sviluppo rurale e la sicurezza alimentare (vedi PAPSEN nella sezione "dove investire"), il settore sociale e della tutela dei diritti, soprattutto dell’infanzia.

Oltre all’impegno sopra richiamato, la cooperazione italiana in Senegal si concentra sull’appoggio al settore privato (microfinanza e PMI), per il tramite di un credito d’aiuto – la Piattaforma d’appoggio al settore privato e alla valorizzazione della diaspora senegalese in Italia o PLASEPRI – il cui obiettivo è di favorire lo sviluppo delle PMI nel paese, attraverso la facilitazione dell’accesso al credito con l’intento di valorizzare le risorse umane e il rafforzamento del settore del microcredito per lo sviluppo di attività economiche per i gruppi sociali più svantaggiati.


Perché SENEGAL

Stabilità politica
Economia in crescita
Integrazione dei mercati locali
Posizione geografica
Quadro legislativo e regolamentare favorevole
In dettaglio

Dove investire

  • Altre attività dei servizi
  • Prodotti dell'agricoltura, pesca e silvicoltura
  • Costruzioni
  • Articoli in gomma e materie plastiche
  • Prodotti delle miniere e delle cave
In dettaglio

Cosa vendere

  • Prodotti alimentari
  • Prodotti tessili
  • Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi
  • Mobili
  • Energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (anche da fonti rinnovabili)
In dettaglio

Opportunità d'affari

Logo Extender

Prossime attività promozionali

Inizio EventoFine EventoLuogo Ente promotoreAttività promozionale
Nessuna attività promozionale programmata

Tutte le attività promozionali
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché SENEGAL Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia