Disponibilità materie prime (FRANCIA)

Logo Viaggiare Sicuri
Materia PrimaUnità2012201320142015201620172018
Elettricità TEP Tonnellate Equivalenti Petrolio - Fonte INSEE 0.00 0.00 0.00
Energie rinnovabili termiche TEP Tonnellate Equivalenti Petrolio - Fonte INSEE 0.00 0.00 0.00
Petrolio TEP Tonnellate Equivalenti Petrolio - Fonte INSEE 0.00 0.00 0.00

^Top^

Osservazioni

Numerosi dei cosiddetti Dipartimenti e Regioni d’Oltremare dispongono di considerevoli risorse minerarie Tra questi, secondo quanto riportato dal Ministero per l’Ecologia e lo Sviluppo Sostenibile, la Nuova Caledonia si posizionava nel 2007 al 5° posto nella graduatoria mondiale di nickel estratto da miniere dietro la Russia, il Canada, l’Australia e l’Indonesia. Per il 2007 e il 2008 la produzione di nickel estratto da miniere è stata rispettivamente di 125.364 e di 102.584 tonnellate. I principali attori del settore sono tre. La SLN – Filiale del Gruppo Francese Eramet – sfrutta 4 miniere che alimentano la fabbrica piromettalurgica di Doniamo; l’impianto idrometallurgico di Goro Nickel possiede una capacità produttiva di 60.000 tonnellate per anno di nichel e 5.000 tonnellate per anno di cobalto. Si rammenta, infine, il Progetto Koniambo con una capacità produttiva di 60.000 tonnellate per anno.

In Guyana, il settore delle miniere, secondo per impieghi dopo quello aerospaziale, ha estratto 1.14 tonnellate d’oro nel 2010.

La produzione di gas naturale - in diminuzione dal 2009 al 2010 - è passata da 0.9 a 0.7 miliardi di metri cubi, pari all’1.6% del fabbisogno che, pertanto, è garantito dalle importazioni. Secondo l’Agenzia Internazionale per l’Energia, la Francia sarebbe con la Polonia il Paese europeo con più potenziali per l’estrazione del gas naturale proveniente da terreni argillosi ricchi di materie organiche (gaz de schiste). I rischi sismici e le problematiche ambientali collegate all’attività estrattiva indotta da fratturazione idraulica ne hanno impedito fino ad oggi lo sfruttamento. Nonostante i permessi di esplorazione concessi nel 2010, la necessità di approvvigionarsi di tale gas sui mercati esteri ed infine l’auspicio – contenuto nel rapporto Gallois (documento programmatico per l’incremento della produttività del sistema economico francese del novembre 2012) – della messa a punto di tecniche estrattive rispettose dell’ambiente, questa materia prima risulta ancora un’incognita nel panorama delle attività di sfruttamento delle risorse geologiche.


^Top^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché FRANCIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in FRANCIA