21/12/2016 - Interscambio Italia - Arabia Saudita primi 7 mesi 2016

Interscambio Italia - Arabia Saudita primi 7 mesi 2016

I primi sette mesi 2016 hanno visto una flessione delle esportazioni italiane verso l'Arabia Saudita (-22,3%) ed un parallelo e piu' accentuato calo delle nostre importazioni dal Regno (- 38,7% rispetto ai primi sette mesi del 2015). L'interscambio complessivo scende quindi dai 5,2 miliardi di euro dei primi sette mesi del 2015 ai 3,7 miliardi del corrispondente periodo 2016. A beneficiare del forte calo delle importazioni dall'Arabia Saudita e' il saldo, che si consolida a nostro favore superando la quota di 1,1 miliardi di euro (rispetto ai 995 milioni dei primi sette mesi del 2015).

In assoluto, nei primi sette mesi dell'anno, le esportazioni italiane hanno totalizzato 2,4 miliardi di euro, contro i 3,1 miliardi dei primi sette mesi del 2015. L'import ha invece totalizzato 1,3 miliardi di euro, contro i 2,1 dello stesso periodo del 2015.

 In testa al nostro export si confermano i settori dei macchinari e dei prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio, tradizionali punti di forza nei nostri scambi col Regno. Il settore delle macchine di impiego generale e' uno dei pochi ad aver registrato un aumento rispetto al periodo gennaio-luglio 2015 (+13,6%), insieme agli articoli di abbigliamento (+6%). Tale dato conferma ancora una volta il valore che il mercato saudita riconosce a due importanti settori dell'export italiano, soprattutto ove si consideri il rallentamento dell'economia saudita e l'andamento generale delle esportazioni italiane verso il Regno. Le altre principali voci del nostro export mostrano infatti variazioni di segno negativo (prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio -50%; mobili -33%; apparecchi per uso domestico -18%; altre macchine di impiego generale -19%; motori e generatori -10%).

Sul lato dell'import, prosegue il progressivo calo delle importazioni di greggio saudita, passate dai circa 1,2 miliardi di euro dei primi sette mesi del 2015 a 811 milioni di euro nello stesso periodo del 2016. Una decisa flessione in termini di valore (-36%) causata soprattutto dal crollo del prezzo del petrolio, mentre il relativo volume ha subito un calo contenuto (-6%).

L'andamento degli scambi bilaterali nei primi sette mesi dell'anno sembra quindi risentire del basso prezzo del petrolio e del conseguente rallentamento dell'economia saudita (+1,1%, contro il +3,5% del 2015). Le stime relative ai consumi nel Regno testimoniano in effetti un rallentamento dei consumi privati (aumentati nel 2016 dell'1,9%, rispetto ad una media del 6% negli ultimi cinque anni) e un calo dei consumi pubblici (-2,1%, fonte EIU).


Ambaciata Italia Riad
^Elenco highlights^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché ARABIA SAUDITA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in ARABIA SAUDITA

CONSOLATO GENERALE GEDDAAMBASCIATA RIAD