26/01/2020 - Interscambio

Interscambio

Interscambio Commerciale gennaio - novembre 2019

Il confronto fra l’anno 2019 ed il 2018 mostra un aumento dell’esportazioni turche del 1,8%, passando da USD 154,1 miliardi a USD 156,9 miliardi, mentre le importazioni hanno registrato una diminuzione pari a -11,0%, passando da USD 206,5 a USD 183,7 miliardi. Nel complesso, l’interscambio totale ha registrato una diminuzione pari al 5,6%, da USD 360,6 a USD 340,6 miliardi. Nei confronti della UE - principale partner commerciale della Turchia con il 40,8% dell’interscambio totale, si è passati da 152,3 miliardi USD a 139,1 miliardi USD. Le importazioni dalla UE sono passate da USD 74,9 miliardi a USD 62,3 miliardi (-16,8%), mentre le esportazioni verso la UE sono diminuite dello 0,9%, passando da USD 77.448 a USD 76.751 milioni. Complessivamente l’interscambio Turchia/UE è diminuito nel periodo considerato del 8,7% passando da USD 152,3 miliardi del 2018 a USD 139,1 miliardi registrati nell’anno 2019. La graduatoria dei principali partner commerciali mostra al primo posto la Germania con USD 30,4 miliardi di interscambio (-9,7% rispetto al 2018), di cui 16,1 miliardi di importazioni (-13,7%) e 14,2 miliardi di esportazioni (-4,7%) con un saldo negativo per la Turchia di USD 1.904 milioni; al secondo posto la Russia, con 23,8 miliardi di interscambio (2,0%), di cui 20,3 miliardi di import (0,4%) e 3,5 miliardi di export (+12,2%) ed un saldo negativo per la Turchia di 16,8 miliardi di USD.

L'Italia si conferma il quinto partner commerciale della Turchia

Nel periodo gennaio-novembre del 2019, l’Italia si è confermata il quinto partner commerciale della Turchia ed il secondo tra i Paesi europei. Secondo i dati dell'Istituto di Statistica turco, Turkstat, da gennaio a novembre, l’interscambio commerciale ha raggiunto 16,4 miliardi di dollari, con 7,8 miliardi di esportazioni italiane. Rispetto allo stesso periodo del 2018, l’interscambio si è ridotto del 10,1%. Una simile riduzione è stata registrata da tutti i principali paesi europei, anche a causa del rallentamento dell’economia turca e del deprezzamento della valuta nazionale, che ha portato la Turchia ad avere un saldo attivo di 817 milioni di dollari. Le principali voci dell’export italiano sono macchinari ed apparecchiature meccaniche, materie plastiche, autoveicoli, trattori e parti di ricambio e macchinari di precisione. Nel mese di novembre 2019, l’Italia si conferma quinto fornitore della Turchia dopo Russia, Cina, Germania e Stati Uniti ed il terzo cliente dopo Germania e Regno Unito.

 


Ambasciata d'Italia
^Elenco highlights^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché TURCHIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in TURCHIA

AMBASCIATA ANKARACONSOLATO GENERALE ISTANBULCONSOLATO IZMIR (Smirne)