24/10/2016 - Privatizzazioni nell’agro-industria e nella sanità

Privatizzazioni nell’agro-industria e nella sanità

BENIN - Saranno cedute al settore privato otto unità di produzione agro-industriali beninesi. La decisione è stata adottata il 19 ottobre durante un consiglio dei ministri, durante il quale è stato precisato che il processo di acquisizioni avverrà attraverso appositi bandi di gara. Le aziende pubbliche che il governo ha l’intenzione di privatizzare sono gli stabilimenti di Kpomassè (trasformazione del pomodoro), d’Allada (produzione di succo d’ananas), di  Zakpota (produzione di succo d’arancia), di  Bantè (trasformazione di mele di anacardio in alcool), di Parakou (nocciola di anacardio) di Natitingou (succo di mango) e gli impianti di produzione di riso di Malanville e di Glazoué. Il processo di privatizzazione fa parte del programma di cooperazione tra il settore pubblico e il settore privato voluto dall’uomo d’affari Patrice Talon, presidente del Benin dal 6 aprile scorso, per rilanciare l’economia del Paese. Poco dopo l’inizio del suo mandato, Talon si è dovuto confrontare con i sindacalisti di Benin Telecom SA contro l’intenzione di privatizzare una parte dell’azienda. Nel settore della Sanità, il governo ha anche deciso di affidare ai privati la gestione degli ospedali di Covè e di Djidja, nel dipartimento centrale di Zou, e dell’ospedale di Djougou, nel dipartimento settentrionale della Donga. [CC] 


InfoAfrica www.infoafrica.it
^Elenco highlights^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché BENIN Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in BENIN