07/09/2016 - CALANO I PREZZI DI MAIS E SOIA E CON ESSI LA FIDUCIA DEI COLTIVATORI AMERICANI

CALANO I PREZZI DI MAIS E SOIA E CON ESSI LA FIDUCIA DEI COLTIVATORI AMERICANI

Secondo un recente sondaggio realizzato dalla Purdue University e dal Chicago Mercantile Exchange, il calo dei prezzi fatto registrare dalle commodities agricole ad agosto 2016 ha influito negativamente sulle aspettative degli agricoltori americani sullo stato e le prospettive future dell’economia del settore.

Il sondaggio, condotto su un campione di 400 coltivatori statunitensi, ha in particolare rilevato un calo della fiducia, misurata su una scala da 0 a 150 (il cd. Ag Economy Barometer), con l’indice che e’ passato dal valore di 112 di luglio scorso al 95 di agosto (-17 punti). Tale calo, il piu’ drastico fatto registrare dall’Ag Economy Barometer da novembre 2015, arriva dopo un lungo periodo di crescita nella fiducia degli operatori americani ed e’ principalmente da imputarsi al crollo dei prezzi di mais, soia e altri cereali, realizzatosi appunto ad agosto scorso, che ha ingenerato negli agricoltori statunitensi incertezza sulla stabilità del mercato di tali beni. 

Dopo l’incoraggiante trend al rialzo dei prezzi dei prodotti in questione, registrato in primavera, le condizioni estremamente favorevoli alla coltivazione di granoturco e soia realizzatesi quest’anno hanno notevolmente contribuito al ribasso dei prezzi. Secondo stime recentemente diffuse dallo US Department of Agriculture (USDA), nell’autunno 2016 ci sara’ infatti da aspettarsi un raccolto record sia per mais che per soia, con una conseguente crescita degli stock di tali beni e una diminuzione dei rispettivi prezzi. In particolare, secondo le autorita’ americane, il mais potrebbe toccare il prezzo più basso dell’ultima decade. Da segnalare in tale quadro che i contratti futures del mais per dicembre 2016 sono calati più di $1 per bushel, mentre i futures della soia per novembre 2016 sono calati di $1.75 per bushel.

Per quanto riguarda le previsioni per il 2017, il sondaggio ha inoltre rilevato che gran parte degli agricoltori si aspetta nell’anno prossimo una crescita dei prezzi delle materie prime. Prospettiva, quest’ultima, che contribuisce ad alimentare il pessimismo. La maggior parte degli intervistati ha dichiarato, infatti, di aspettarsi nel corso del 2017 un aumento dei prezzi di sementi, fertilizzanti, diserbanti, fungicidi e insetticidi.

Maggiori informazioni possono essere reperite alla pagina internet: https://ag.purdue.edu/commercialag/ageconomybarometer/low-commodity-prices-weigh-producer-sentiment/


Ambasciata d'Italia a Washington
^Elenco highlights^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché USA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in USA

CONSOLATO GENERALE BOSTON (Massachusetts)CONSOLATO GENERALE CHICAGO (Illinois)CONSOLATO DI PRIMA CLASSE DETROIT (Michigan)CONSOLATO GENERALE FILADELFIA (Pennsylvania)CONSOLATO GENERALE HOUSTONCONSOLATO GENERALE LOS ANGELES (California)CONSOLATO GENERALE MIAMI (Florida)CONSOLATO GENERALE DI PRIMA CLASSE NEW YORKCONSOLATO GENERALE SAN FRANCISCO (California)AMBASCIATA WASHINGTON